MLB: Mancini agli Astros, Benintendi agli Yankees, Gallo ai Dodgers

MLB: Mancini agli Astros, Benintendi agli Yankees, Gallo ai Dodgers
04/08/2022
Cambiano casacca alcuni tra i migliori italo-americani in MLB

Si è chiusa nella mezzanotte italiana di mercoledì 3 aprile la finestra di mercato che permette alle 30 organizzazioni di Major League Baseball di effettuare operazioni attraverso scambio di giocatori.

L'highlight di questa trade deadline è stato certamente il passaggio del 23enne prodigio Juan Soto (cinque stagioni all'attivo in MLB con 119 fuoricampo, due convocazioni all'All-Star Game, due top-5 nella corsa al titolo MVP ed una World Series vinta nel 2019) dai Washington Nationals ai San Diego Padres in una operazione che ha coinvolto un totale di otto giocatori: lo slugger Josh Bell, passato anch'egli ai Padres, il lanciatore MacKenzie Gore e i prospetti C. J. Abrams, Robert Hassell III, James Wood e Jarlin Susana finiti ai Nationals assieme a Luke Voit, inserito per compensare il rifiuto del prima base Eric Hosmer (poi girato ai Boston Red Sox) che nel contratto vantava la possibilità di rifiutare dieci destinazioni, tra cui, appunto, Washington. L'arrivo di Soto è stato anticipato dall'acquisto del closer All-Star Josh Hader acquistato dai Brewers in cambio di Dinelson Lamet (poi tagliato da Milwaukee), del closer Taylor Rogers e dei prospetti Robert Gasser e Esteury Ruiz; e seguito dall'arrivo di Brandon Drury dai Reds che avevano già ceduto Luis Castillo ai Seattle Mariners prima di spostare Tyler Mahle, un altro top di rotazione, ai Minnesota Twins.

Tra gli altri movimenti degli di nota figurano quelli che hanno portato il closer veterano David Robertson dai Chicago Cubs (che mantengono Willson Contreras e Ian Happ) ai Philadelphia Phillies (che acquistano anche Noah Syndergaard e Brandon Marsh dai Los Angeles Angels e l'interno Edmundo Sosa dai Cardinals cedendo due italo-americani: il ricevitore Logan O'Hoppe agli Angels ed il lanciatore JoJo Romero ai Cardinals) ed il rilievo Scott Effross dai Chicago Cubs ai New York Yankees.

Yankees molto attivi sul mercato ancor prima delle ore calde della deadline: lo scorso 27 luglio infatti hanno anticipato i tempi acquistando il 28enne esterno italo-americano Andrew Benintendi (ex Red Sox) dai Kansas City Royals in cambio di tre giocatori di minor league. La mossa, servita soprattutto per riparare alla provvisoria defezione di Giancarlo Stanton, ha aperto le porte in uscita ad un altro giocatore di discendenze italiane, Joey Gallo, finito ai Los Angeles Dodgers. I Bronx Bombers hanno poi portato avanti altre operazioni che hanno coinvolto altri giocatori di origine italiana: nell'affare Frankie Montas con gli Oakland Athletics è rientrato infatti il closer Lou Trivino in cambio di quattro tra i migliori prospetti Yankees. L'acquisto di Montas ha quindi liberato il partente Jordan Montgomery, finito ai Saint Louis Cardinals in cambio di Harrison Bader, che raggiunge così Anthony Rizzo, Benintendi, Trivino e Ron Marinaccio.

Cambiano casacca altri due "italiani": lo slugger Trey Mancini (passato dai Baltimore Orioles agli Houston Astros e già protagonista di un fuoricampo al debutto con la nuova divisa) ed il partente Jake Odorizzi, finito agli Atlanta Braves in cambio del rilievo mancino Will Smith (ceduto agli Astros).

dal minuto 00:40, il fuoricampo di Trey Mancini al debutto con gli Houston Astros

Foto: Trey Mancini festeggia nel dugout il fuoricampo colpito al debutto contro i Red Sox. Credit: AP Photo / David J. Phillip