Juan Soto e Oswaldo Cabrera trascinano gli Yankees, al via anche la MiLB con Brett Sullivan grande protagonista

Juan Soto e Oswaldo Cabrera trascinano gli Yankees, al via anche la MiLB con Brett Sullivan grande protagonista
01/04/2024
New York Yankees e Pittsburgh Pirates (4-0), Milwaukee Brewers e Detroit Tigers (3-0) sono le uniche squadre capaci di mantenersi imbattute al termine della prima settimana (corta) di Major League Baseball. Brett Sullivan protagonista in triplo A. Presto al via anche Samuel Aldegheri e Alessandro Ercolani. Milwaukee Brewers – Minnesota Twins (martedì 2 aprile alle 22) e New York Yankees – Toronto Blue Jays (venerdì 5 aprile alle 19) i prossimi appuntamenti con la MLB su Sky Sport

I risultati dalla magnitudo più importante sono quelli raggiunti dai New York Yankees, capaci di spazzare a domicilio gli Houston Astros rimontando le prime tre partite e lottando testa a testa i texani nell’incontro pasquale, vinto 4-3. In grande spolvero soprattutto Oswaldo Cabrera e Juan Soto, decisivi in tutte le prime quattro partite. L’ex Nationals e Padres è salito in base in dodici occasioni nelle quattro partite della serie e, dopo essere risultato decisivo nelle rimonte di gara uno, due e tre, nella partita pasquale ha battuto a casa l’ultimo punto della partita contro il top closer Josh Hader, emblema di un bullpen Astros che ha iniziato la stagione con il piede sbagliato. Tra le certezze Yankees anche Anthony Rizzo, importante nel cuore del lineup di Aaron Boone.

Se i Pittsburgh Pirates stanno sognando, non fermateli. Soltanto in quattro occasioni negli ultimi 40 anni hanno cominciato la stagione con quattro vinte e nessuna sconfitta. L’ultima volta nel 2018. Quattro lanciatori diversi sono stati protagonisti delle prime quattro decisioni in carriera nelle prime quattro partite: in gara uno, vinta al dodicesimo inning con valida decisiva di Jared Triolo, il ventiseienne José Hernandez ha festeggiato la prima salvezza in carriera; in gara due il rilievo Ryder Ryan ha ottenuto la prima vittoria ed in gara tre il giovane ventiduenne Jared Jones ha celebrato il debutto in MLB con vittoria grazie a 10 strikeout su cinque riprese e due terzi e ad un attacco capace di produrre sedici battute valide. Nell’ultima partita i Pirates non hanno mai mollato e, dopo aver pareggiato con un fuoricampo da tre punti di Rowdy Tellez nel settimo inning, hanno aggiunto altri due punti nella dodicesima e ultima ripresa. I Marlins, arrembanti per tutta la serie, non hanno potuto rispondere contro Hunter Stratton, che ha chiuso la prima salvezza della carriera.

Significativo anche il filotto realizzato dai Milwaukee Brewers, soprattutto perché arrivato in trasferta, a Citi Field, contro dei New York Mets che speravano in un inizio decisamente migliore. Il giovanissimo Jackson Chourio, il veterano Christian Yelich, lo slugger Rhys Hoskins, il partente Freddy Peralta sono stati i protagonisti indiscussi dei tre successi dei Brewers in una serie che ha messo contro tre giocatori con trascorsi con Italia Baseball: Sal Frelick, Brandon Nimmo e il rilievo Adam Ottavino, impiegato solamente in gara due. I Mets sono riusciti a mettere in discussione soltanto gara due (persa 7-6) e solo grazie ai fuoricampo nel finale prodotti da Baty e Alonso. Nella stessa partita si è rivisto Edwin Diaz, tornato a lanciare dopo aver trascorso un anno fermo ai box.

I Detroit Tigers puntano al ruolo di sorpresa dell’American League Central. Possiedono una rotazione di qualità ed un attacco giovane ed interessante. Nelle prime tre partite la squadra della MoTown ha espugnato Chicago Sud battendo i White Sox di Dominic Fletcher e Nicky Lopez sempre con un punto di differenza (1-0, 7-6, 3-2) guadagnando in questo modo la vetta provvisoria della division approfittando dei cappotti falliti da Minnesota Twins (battuti domenica 11-0 dai Kansas City Royals di uno strepitoso Bobby Witt Jr ad un doppio dal cycle) e di Vinnie Pasquantino, e Cleveland Guardians (sconfitti domenica in walk-off dagli Oakland Athletics).

Pari e patta nelle serie tra Boston Red Sox e Seattle Mariners (protagonisti i lanciatori Nick Pivetta e George Kirby, ma anche Julio Rodriguez con il suo primo walk-off in carriera e Tyler O’ Neill al quinto fuoricampo consecutivo negli incontri di Opening Day), Tampa Bay Rays e Toronto Blue Jays (a farla da padrona sono stati gli attacchi, 37 punti segnati in 4 partite) e San Francisco Giants e San Diego Padres. Nella National League West gli Arizona Diamondbacks hanno regolato i Colorado Rockies tre volte su quattro con Lourdes Gurriel Jr e Christian Walker a guidare un attacco da 32 punti (la metà soltanto in gara uno, vinta 16-1) e altrettanto hanno fatto i Los Angeles Dodgers, contro i St. Louis Cardinals di Andre Pallante, trascinati da un attacco stratosferico (Betts già leader per fuoricampo, 4, e punti battuti a casa, 10).

Con una rotazione da ventisette strikeout (Corbin Burnes 11 all’esordio, Grayson Rodriguez 9 e Tyler Wells 7) su diciotto riprese contro i Los Angeles Angels, i Baltimore Orioles partono forte e possono permettersi di sognare in grande anche grazie alla forza dell’attacco limitato soltanto nell’ultima partita della serie dove gli Angels sono riusciti ad imporsi per 4-1. Questo risultato e le prestazioni di Nolan Schanuel (ha cominciato come aveva lasciato, salendo in base almeno una volta in ognuna delle partite disputate) sono le uniche note positive per i californiani che anche quest’anno si presentano con basse aspettative e, orfani di Ohtani, si aggrappanno a Mike Trout.

I Texas Rangers ripartono da dove hanno lasciato. I campioni in carica si sono imposti sui Chicago Cubs vincendo due partite su tre. In walk-off (di Jonah Heim) gara uno e di forza gara due prima di soccombere domenica. Nei Cubs è apparso in due partite anche Miles Mastrobuoni, utilizzato da pinch-hitter. Nei Rangers è partito bene il ventiduenne Wyatt Langford, quarta scelta assoluta al Draft 2023, autore di un 4-12 in battuta con tre punti battuti a casa.

Buon inizio anche per i Cincinnati Reds (2-1), che domenica hanno rimontato i Washington Nationals vincendo in walk-off con i fuoricampo di Will Benson e Christian Encarnacion-Strand, che ci riesce alla sua 66esima apparizione al piatto in carriera.

La serie più attesa è stata certamente quella tra le rivali Atlanta Braves e Philadelphia Phillies che in casa, a Pasqua, sono riusciti ad evitare un doloroso sweep rimontando nel settimo inning. Nei Braves bene Chris Sale in gara tre ma soprattutto l’attacco che ha prodotto 39 valide e 25 punti in tre partite anche senza l’apporto del ricevitore All-Star Sean Murphy, infortunatosi dopo uno swing nel corso del suo terzo turno in battuta nella partita di Opening Day.

Nel fine settimana ha preso il via anche la Minor League Baseball con i campionati di Triplo a e Doppio A. Al via gli azzurri David Fletcher (Gwinnett Stripers, triplo A Atlanta Braves), Vinny Nittoli (Las Vegas Aviators, triplo A Oakland Athletics), Joe La Sorsa (Rochester Red Wings, triplo A Washington Nationals), Matt Festa e Brett Sullivan (El Paso Chihuahuas, triplo A San Diego Padres), quest’ultimo già protagonista di un 5-5 con triplo e 2 punti battuti a casa nella partita di Opening Day, e di un 3-6 con grande slam domenica. Dal 5 aprile al via anche i campionati di classe A avanzato e singolo A dove saranno protagonisti rispettivamente Samuel Aldegheri (Jersey Shore BlueClaws, A+ Philadelphia Phillies) e Alessandro Ercolani (Bradenton Mauraders, singolo A Pittsburgh Pirates). In classe A avanzato anche un altro reduce dall’ultimo World Baseball Classic, il lanciatore Glenn Albanese Jr (Tri-City Dust Devils, Los Angeles Angels), fermo in infermeria per infortunio.

Luca Giangrande

CLASSIFICHE

STATISTICHE

Di seguito i prossimi appuntamenti con le dirette TV (Sky Sport) e streaming (NOW) in Italia delle partite MLB:

Martedì 2/04 (ore 22) Milwaukee BrewersMinnesota Twins;

Venerdì 5/04 (ore 19) New York YankeesToronto Blue Jays.

Foto: Juan Soto reagisce alla valida da punto battuta nel nono inning della partita di domenica 31 aprile vinta 4-3 dagli Yankees contro gli Houston Astros. Credit: AP Photo/Kevin M. Cox.