Tanto cuore e voglia di vincere: Italia U-18 va in finale e si regala la qualificazione al Mondiale di categoria

Tanto cuore e voglia di vincere: Italia U-18 va in finale e si regala la qualificazione al Mondiale di categoria
10/07/2021
Due punti nella parte bassa del sesto inning e la salvezza di Edoardo Zingarelli regalano all'Italia di Francesco Aluffi la finale del Campionato Europeo di Baseball U-18 e la qualificazione alla Coppa del Mondo U-18

L'Italia parte bene, dimostra di saper soffrire e di non conoscere il significato del verbo mollare. Lo fa vincendo per 7-5 contro una forte e mai doma Spagna. Un risultato che vale l'accesso alla finale di EuroBaseball U-18 e la qualificazione al Mondiale U-18 in programma nel mese di settembre a Bradenton e Sarasota (Florida, USA). La nazionale azzurra contenderà l'oro continentale al Regno dei Paesi Bassi - nazionale detentrice del titolo - domenica 11 luglio alle ore 17 sul campo di Macerata.

Nonostante la complicata uscita di martedì 6 luglio contro la Francia, Francesco Aluffi conferma la fiducia in Alessandro Ercolani, designandolo come lanciatore partente per la sfida di semifinale. Il prospetto azzurro, attualmente nelle minor dei Pittsburgh Pirates, si rende protagonista di una prestazione migliore rispetto alla precedente lasciando il monte con un eliminato nel terzo inning. Il lanciatore, lo scorso anno nel massimo campionato italiano con la divisa del San Marino, si rende subito protagonista di tre strikeout nel primo inning (al netto di una base ball ed un singolo che comunque non creano difficoltà particolari alla difesa azzurra) ed altri due per chiudere la parte alta del secondo dove una incertezza del terza base Williams Wong su bunt di Lluis Badeñas ha permesso alla selezione spagnola di riempire le basi.

Se l'Italia ha scelto Ercolani, la Spagna si è affidata al partente mancino Junior Bonilla. Francesco Aluffi ha così pensato di concedere un giorno di riposo in più a Nicholas Bertoldi, rinunciando al guanto del terza base friulano in favore di più profondità nel lineup con Francisco Moronta in seconda base e Williams Wong spostato nuovamente in terza dopo la positiva esperienza maturata nell'"hot corner" durante la partita vinta contro il Regno dei Paesi Bassi. La squadra italiana ha colpito subito alla prima occasione nella parte bassa del primo inning: il leadoff Federico Ricci lavora di disciplina nel box e guadagna una base su ball spostandosi addirittura in terza su errore difensivo commesso dal seconda base spagnolo Badeñas su una battuta di Wong. A far pagare caro l'errore ci pensa Samuele Gamberini, che spinge a casa Ricci con un singolo che termina nell'esterno sinistro. La difesa spagnola rialza la testa e pone fine all'inning lavorando due out su Samuele Bruno e Francisco Moronta, ma nel secondo inning l'Italia prova la fuga con tre punti, due arrivati su un lancio pazzo contestato dalla panchina spagnola (che chiede la chiamata di foul sul tentativo di check swing di Tommaso Adorni) ed ancora con un singolo di Samuele Gamberini, che rafforza la leadership nella categoria dei punti battuti a casa (12).

La partita è però lontana dal finire: dopo aver cominciato la terza ripresa eliminando il primo battitore Jesus Montaño, Ercolani concede due basi su ball a Francisco Diaz e Marc Rodriguez, lasciando il monte a Diego Luciani. L'avventura del lanciatore in divisa bianca dura però solamente un out su quattro battitori (due basi su ball, un singolo ed un totale di due punti fatti entrare) affrontati, rimpiazzato da Enrico Buin dopo una base su ball. Il lanciatore veneto sale sul monte passando dall'esterno centro, coperto adesso da Alessio Lollo con Samuele Bruno che lascia il ruolo di battitore designato per prendere possesso dell'esterno sinistro. La mossa, che vede l'Italia rinunciare al battitore designato, paga bene almeno nell'immediato, perché Buin salva i suoi compagni lasciando a zero le mazze spagnole fino al quinto inning, dove riempie le basi concedendo un punto, con due out, su una chiamata di balk arrivata pochi lanci prima del secondo strikeout dell'inning e terzo della sua partita.

Dopo l'ottimo inizio, le mazze italiane soffrono i lanci del rilievo Jorge Mairal (entrato con due eliminati nel secondo inning) che dal suo ingresso in campo riesce ad eliminare nove su tredici battitori affrontati prima della base ball conquistata da Alessio Lollo e dell'infield single battuto da Tommaso Adorni che serve a riempire le basi in favore di Federico Ricci, il quale resta fermo su un lancio pazzo favorendo il provvisorio 5-3 azzurro prima di finire strikeout cinque lanci più tardi per l'ultimo out del quinto inning. Il giocatore azzurro si riscatta immediatamente in difesa, effettuando il primo out del sesto inning strappando gli applausi della tribuna del "Comunale" di Macerata difendendo una complicata rimbalzante di Anderson Zambrano. La Spagna però non molla: i singoli di Montaño (che ruba immediatamente la seconda) e Diaz mettono in difficoltà Buin ancor prima del punto del 5-4 entrato su un tiro errato da parte del ricevitore Francesco Segreto nel tentativo di arginare una rubata in seconda di Francisco Diaz, spinto poi a casa per il pareggio da una volata di sacrificio di Marc Rodriguez. La giornata sul monte di Buin termina con il singolo di Yeral Mesa. Il dugout azzurro lancia allora Edoardo Zingarelli, che chiude l'inning in quattro lanci.

Nuove emozioni al cambio campo: Williams Wong colpisce un singolo da leadoff e viene sostituito tra le basi da Nicholas Bertoldi, sacrificato poi in seconda da una battuta di Gamberini. Questa volta ad andare in bambola è la Spagna: una rimbalzante di Samuele Bruno sull'interbase dà l'impressione di poter diventare out di routine, invece si trasforma in corridori agli angoli ed un out grazie all'errore di tiro dell'interbase. La Spagna chiama allora il lanciatore Jimenez ma la situazione non migliora: un safety squeeze ordinato dal dugout azzurro a Francisco Moronta manda ulteriormente in crisi la difesa spagnola e l'Italia ne approfitta con le corse a casa di Gamberini e Bruno che riportano l'Italia avanti di due e mandano in visibilio i tifosi italiani, che spingono con ancor più forza la squadra. L'ultimo inning è trasformato in formalità da Edoardo Zingarelli, che con due strikeout su tre battitori affrontati nella parte alta del settimo si conferma uomo delle salvezze importanti.

IL TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E LINK AL PLAY-BY-PLAY

CLASSIFICA

STATISTICHE

Tutto sull'Europeo U-18

da Macerata, Luca Giangrande

Foto: L'Italia celebra l'accesso alla finale. Credit: Lynx Productions