Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Onore al Padova88 Vincitore LAB 2018

La stagione del Treviso Baseball Brothers, opposti al Padova 88, è terminata sabato 6 ottobre con la finale per il titolo della LAB 2018.

Finale che vedeva affrontarsi le vincitrici delle due Division, Piave e Adige, della regular season e le vincitrici delle “strane” fasi di qualificazione e delle Final Six.

Non poteva essere che questa la vera finale tre due formazioni che hanno avuto un percorso dominante e trasparente tanto da risultare alla fine le migliori in assoluto tra le tante altre concorrenti di ottimo livello.

Per i Brothers & Sisters è stato un campionato irto di difficoltà che avrebbero tarpato le ali a chiunque: l'assenza forzata di Luca Della Coletta pedina fondamentale nella rotazione dei lanciatori; l'impossibilità di utilizzare alcuni giocatori lontani per lavoro e impossibilitati ad affiancarci; illazioni e infamanti accuse da parte di coloro che rosi dall'invidia hanno in mille modi cercato di sminuire la neonata formazione; un campionato giocato sistematicamente in trasferta alla barnstorming tanto da ricordare simpaticamente le gloriose squadre della Negro League che giravano per gli USA senza una dimora fissa; i tanti infortuni che hanno messo a dura prova l'ottimizzazione della squadra.

Ma tutto questo non è stato sufficiente a mettere in ginocchio una formazione che ha trovato la sua forza nella variegata composizione dei suoi giocatori, nei legami ancestrali che c'erano e che si sono venuti a formare con i nuovi acquisti, nell'idea che tutti assieme, consci delle proprie capacità, avremmo fatto qualcosa di importante e duraturo costruendo la Grande Family. Una cosa è certa questo misto di talentuosa umanità si era posto all'inizio stagione l'obiettivo di arrivare in finale.

E così è stato e alla fine il Treviso Baseball Brothers in finale c'è arrivato.

Ma come in tutte le finali c'è un solo vincitore. Meritatamente il Padova 88 si è aggiudicato sul campo una gara perfetta sul monte, in difesa e in attacco. 14 valide contro le 8 dei Brothers, zero errori per i padovani e 4 per i nostri portacolori. Risultato finale 12 a 6 per il Padova 88. Purtroppo dei bellissimi Brothers visti contro il Villafranca nemmeno l'ombra.

Che cosa rimane ancora da dire ….. chapeau e onore ai vincitori.

Questa la breve cronaca dell'incontro che ha visto i contendenti giocare otto innings sul diamante di Castelfranco Veneto tirato a lucido ma sotto una continua e fastidiosa pioggia.

I padovani mettono un punto sul tabellone al primo attacco e al contrario, nella parte bassa dell'inning, il lineup trevigiano rimedia tre eliminazioni consecutive.

Nel secondo inning allungo degli avversari che incassano quattro punti. Timida reazione dei nostri che accorciano con un solo punto.

Sotto 5 a 1 al terzo la difesa dei Brothers mette scoreless gli avversari e nel suo attacco mette a segno un big inning portandosi per la prima volta in vantaggio 6 a 5.

Nel quarto il Padova dilaga e a suon di valide porta a casa 4 punti per il 9 a 6.

L'attacco trevigiano nulla può e questo sorpasso taglia definitivamente le gambe. Il Padova allunga al 5° con altri tre punti e poi una successione di zero sul tabellone per entrambe le formazioni. Arriva la parte bassa dell'ottavo inning e ancora c'è una debole speranza di poter almeno accorciare e giocarsi il nono attacco. Ma tre eliminazioni consecutive chiudono il sipario sulla finale LAB 2018 con il Padova sugli scudi.

A seguire foto di gruppo, premiazioni e discorsi.

E' il momento di lasciarci in attesa di nuovi e importanti traguardi. A me il compito di chiudere questa lunga stagione 2018.

“Ho avuto l'onore di condurre una squadra talentuosa a cui ho cercato di dare tutto ciò che possiedo del mio bagaglio di allenatore e della mia filosofia. Ho avuto riscontri positivi sia tecnici che umani. Ho ritrovato quasi tutti i miei giocatori di quando allenai il Treviso negli anni '90 e altri che della cittadina erano stati protagonisti nel passato ma anche due nuove giocatrici, le famose Sisters, che sono state parte fondamentali di questa meravigliosa alchimia umana. Ho imparato molto da tutti voi e il mio bagaglio introspettivo si è ulteriormente arricchito. Vi ringrazio per tutto, per i sacrifici, per i confronti, per gli attimi e le giornate passate assieme e vi prometto che sarò sempre al fianco di questa straordinaria Family: Antiga Antonio, Asero Manuel, Avanzi Sara, Barreto Gabriel, Basso Andrea, Berardi Roberto, Celotto Enrico, Celotto Paolo, Della Coletta Luca, Fraccaro Alberto Genovese Fabrizio, Marcone Salvatore, Meneghetti Lorenzo, Montagner Antonio, Pasquinelli Luca, Rivas Daniel, Rombi Tiziana, Sartori Michele, Herrera Miguel e Giudici Roberto che ci è sempre stato vicino. Ora che tutto è finito non so cosa ci riserverà il futuro ma come disse Rossella O'Hara ….. domani è un altro giorno e si vedrà!”

FAVOLOSI BROTHERS & SISTERS !!!!!!