Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Lo “spring training” dei giovani accademisti nazionali ha disputato la sua seconda giornata di gare sui diamanti di Castiglione della Pescaia e Grosseto.

L’accademia Piemonte baseball (con inserimenti di atleti provenienti dalle accademie della Sicilia e di Roma) ha affrontato i coetanei dell’accademia regionale Marche (anch’essa rinforzata con atleti provenienti dall’accademia Nazionale e da quella della Sicilia) sul glorioso diamante “Simone Scarpelli” di Grosseto.

 

Buone sensazioni da parte dello staff per il buono stato di preparazione tecnica ed atletica della formazione Piemontese in una competizione che nasce con l'obiettivo di confronto e di relazione tra atleti d’eccellenza italiana, senza prevedere necessariamente un vincitore, ma la maturazione sportiva dei giovani accademisti.

 

Presenti in campo l’intero staff regionale Piemontese composto dal direttore tecnico Mauro Mazzotti e dai coach Gianmario Costa, Pierpaolo Illuminati e Luca Costa. A coordinare il la buona riuscita dell’evento formativo la coordinatrice e direttrice dell’accademia regionale Piemontese Michela Passarella.

 

Oggi terza giornata di gare; in tarda mattinata l'accademia Piemonte baseball affronterà la selezione del Veneto, anch’essa rinforzata da atleti provenienti dalle accademie della Sicilia e di Roma, sul diamante di Castiglione della Pescaia, a seguire, dopo l’incontro tra Accademia Toscana contro Accademia Marche, una piccola cerimonia di chiusura concluderà questa primo evento che ha visto coinvolte tutte le accademie regionali e quella nazionale attivamente impegnate assieme.