Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Beatrice Ricchi MVP della stagione 2016 nell’Italian Softball League

Attraverso un sondaggio condotto dall’ufficio stampa della fibs e pubblicata sul sito federale Beatrice Ricchi è stata votata miglior giocatrice (MVP) della stagione 2016 dell’I.S.L. (Italian Softball League).

La giocatrice della Loggia Softball ha vinto con il 50.54% dei voti in quello che è stato un duello testa a testa con Karla Claudio del Caronno che ha ricevuto il 43.73% dei voti.

L’atleta Riminese è in procinto di lasciare il Piemonte ed accasarsi alla più vicina Forlì dopo quattro anni che l’hanno vista protagonista assoluta della formazione de La Loggia e con un palmares di tutto rispetto: due campionati I.S.L. vinti (2013 -2014), vincitrice dell’edizione 2015 della European Premier Cup Softball e ancora finalista l’anno successivo della competizione europea per club. In nazionale maggiore Beatrice colleziona ben 22 presenze.

Abbiamo sentito Bea per una chiaccherata sul suo periodo passato a Torino, sulle sensazioni del momento e sulle aspettative future...non solo sportive.

D. Sei al top della classifica MVP dell’ISL 2016 davanti a giocatrici straniere del calibro di Karla Claudio, Amber Parrish e Quianna Diaz Patterson, quanto pesa una vittoria così e che sensazioni si provano a stare lassù ?

R. Sicuramente e' una soddisfazione! E' stato un bel testa a testa con Karla Claudio, tant'è che fino a 2 giorni prima della chiusura del sondaggio c'era sempre una differenza di 2/3 voti tra di noi. Ad ogni modo, anche Amber e Quianna sono due giocatrici d'esperienza e soprattutto due grandi battitrici. Personalmente con Quianna io stavo sempre attaccata alla rete quand'era in battuta..ahahahah! Con Amber non ho avuto occasione di giocarci contro, ma mi è bastato vederla all'homerun derby per capire che e' una bella mazza pesante! E' stato un onore giocarmi questo premio con giocatrici straniere di così alto livello.

D. E’ stata comunque una stagione difficile sia in campionato che in Nazionale anche per colpa di qualche problema fisico. Come hai vissuto tu personalmente questa stagione?

R. La stagione di quest'anno e' stata molto diversa da quelle passate. Non è iniziata nel migliore dei modi, per problemi che sono venuti fuori ancora prima che il campionato iniziasse.
Sapevo che sarebbe stato l'ultimo anno per me, diciamo che e' finito un ciclo, e per la prima volta in questi 4 anni mi è stato difficile stare lontano dalla mia città, 20150720 EChW RICCHI Beatrice ITA scivola (2f-Oldman)famiglia e amici! E forse qualcuno se n'è anche accorto al di fuori del campo! Nel complesso non posso dire che questo campionato sia andato male, anche se avremmo potuto fare meglio! Siamo arrivate ai pla-yoff ma forse lo Staranzano aveva più fame di vincere di noi. Mi dispiace solo non aver potuto dare il mio contributo nelle ultime partite della stagione per questo infortunio avuto, come mi è dispiaciuto aver dovuto rinunciare al mondiale in Canada! Mi rifarò il prossimo anno!


D. L’addio a La Loggia, dopo quattro stagioni, due scudetti e una coppa campioni, ed il ritorno nella tua terra con il Forlì. Cosa ti ha spinto a cambiare casacca e che sensazioni hai della nuova forte squadra che si sta allestendo in Romagna?

R. Come ho detto prima, e' finito un ciclo che mi ha fatto crescere tanto sia a livello umano che sportivo. Era la prima volta fuori casa e all'inizio e' stato un po' difficile, ma grazie all'aiuto della società e della squadra sono riuscita ad abituarmi presto.
Ora inizia una nuova esperienza, con un
a squadra nuova e una società nuova: non è mai facile cambiare squadra, ma sono sicura che a Forlì mi troverò bene e sono contenta perché ritrovo delle mie vecchie compagne di squadra con le quali ho giocato a San Marino. Il Forlì e' una squadra giovane e in crescita, speriamo di riuscire a fare un buon campionato, ma ancora c'è tempo per pensarci.


D. Si dice in giro che hai ripreso gli studi, quindi doppio impegno tra squadra e facoltà?
R. Eh si, quest'anno ho provato a riprendere gli studi dopo 4 anni anche se non è facile! Mi sono iscritta alla facoltà di scienze motorie di Urbino e sicuramente sarà difficile cercare di incastrare sport e studio! E' una nuova sfida: vediamo come va!