Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La sfida Italia-Messico dà il via al Gruppo D del World Baseball Classic 2017

È arrivato il giorno in cui l’Italia darà il via ai lanci e alle battute che contano nel quarto World Baseball Classic, allo Estadio Charros de Jalisco di Guadalajara, contro i padroni di casa, quando in Italia saranno le 3:00 di venerdì 10 marzo (diretta su Fox Sport) concedendo la rivincita a quel Messico, primo avversario anche 4 anni fa, che uscì con una sconfitta inattesa, dando il via alla sorprendente avventura dei ragazzi di Mazzieri nell’ultima edizione della manifestazione.

Sorpresa non è più, l’Italia che batte i Chicago Cubs in amichevole, ma nemmeno si nasconde: “Avremo 20.000 persone che ci urlano contro” ha annunciato il manager azzurro ai suoi, “nessuno ci regalerà niente, quello che otterremo, ce lo dovremo andare a prendere.”

Grupo de la Muerte lo ha definito la stampa latino-americana, quello che, oltre alla Nazionale italiana e a quella messicana, comprende Porto Rico, argento in carica, e Venezuela.

Il Messico, allenato da Edgar Gonzalez, conta, come stella più brillante, sul fratello Adrian Gonzalez, coadiuvato dal prospetto numero 2 dei Los Angeles Dodgers Alex Verdugo. Il partente, già annunciato, è Yovani Gallardo, 6 vittorie e 8 sconfitte lo scorso anno a Baltimora su 23 partenze. Sarà molto importante per l’Italia andare in vantaggio per prima, perché il parco dei lanciatori di rilievo messicano è fra i più forti del Classic 2017, con Roberto Osuna, Sergio Romo, Joakim Soria, Fernando Salas e Carlos Torres.

Probabilmente lo scoglio più grosso che attende la squadra italiana è lo scontro di sabato 11, alle 21:00 italiane, dopo un giorno di riposo, con il Venezuela, che mette a disposizione del manager Omar Vizquel una rosa infarcita di All-Star: i partenti Felix Hernandez, Martin Perez e Jhoulys Chacin; i rilievi Francisco Rodriguez, Bruce Rondon, Hector Rondon e Jeanmar Gomez; i ricevitori Salvador Perez e Robinson Chirinos; il battitore designato VWBC 20090311 A Gonzalez Ojeda AUS MEX (Getty)ictor Martinez; gli interni Miguel Cabrera, Jose Altuve, Asdrubal Cabrera, Rougned Odor, Martin PradoAlcides Escobar e Yangervis Solarte; infine gli esterni Carlos Gonzalez, Ender Inciarte e Odubel Herrera.

Il giorno successivo, alle 20:30 italiane, l’Italia scende di nuovo in campo contro il Porto Rico del manager Edwin Rodriguez e il suo pericolosissimo lineup. Guidato dai veterani Carlos Beltran, Yadier Molina e Angel Pagan, i vice-campioni del mondo schierano 3 delle stelle emergenti più importanti del baseball mondiale: Javier Baez, Carlos Correa e Francisco Lindor. T.J. Rivera, Kennys Vargas e Eddie Rosario aggiungono ulteriore Potenza a un ordine di Battuta già temibile.

I partenti di Porto Rico includono Seth Lugo, Hector Santiago e Jose Berrios. Il bullpen è altrettanto solido, con Alex Claudio, Edwin Diaz, Giovanni Soto, J.C. Romero, Joe Jimenez, Joe Colon e Miguel Mejia. Porto Rico eliminò l’Italia nel secondo turno del World Baseball Classic 2013, recuperando all’ottavo dal 3-1 in favore degli azzurri fino al 3-4 finale.

 Il primo turno è un girone di sola andata al termine del quale le migliori 2 squadre di ogni gruppo avanzano al secondo turno.20130315 PAGAN Angel Portorico esulta (WBC Inc)

Per la prima volta è stata inserita una partita di spareggio se necessaria per determinare la squadra che avanza al secondo turno. Nel caso di Jalisco, il tie-break sarebbe disputato lunedì 13 marzo. Le prime 2 squadre avanzeranno al girone di San Diego, a partire dal 14.

L’Italia e il Messico hanno un vantaggio dal calendario del primo turno, entrambe infatti osservano un giorno di riposo dopo la partita di apertura che le vede impegnate una contro l’altra.

Quando l’Italia scenderà in campo l’11 contro il Venezuela, potrà trovare una squadra reduce da una battaglia impegnativa con Porto Rico.

Lo stesso si potrebbe dire il giorno dopo del Porto Rico, reduce da 2 scontri consecutivi con Venezuela e Messico.

L’Italia è tutt’altro che favorita dai pronostici, ma per riprendere ancora le parole del Commissario Tecnico, il gruppo che Mazzieri ha messo insieme sa che, su di una singola partita, può battere chiunque.

di Marco Landi e Roberto Angotti

Fox Sports trasmetterà in esclusiva il World Baseball Classic 2017

Le novità nel regolamento del World Baseball Classic

TUTTO SUL WORLD BASEBALL CLASSIC 2017