Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L’OLANDA SORPRENDE LA REPUBBLICA DOMINICANA E SI IMPONE 3-2 ALL’ESORDIO. PORTORICO FACILE SU PANAMA

Continuano le sorprese al World Baseball Classic con l'Olanda che sorprende la Repubblica Dominicana, una delle favorite, nella partita di apertura del girone D che si gioca a San Juan in Porto Rico (3-2). Agli orange sono stati sufficienti i tre punti messi a segno nel primo inning, e solo tre singoli contro le otto valide avversarie, per portare a casa una vittoria insperata alla vigilia. Il tutto grazie ad un monte che ha saputo difendere il vantaggio acquisito contro un attacco caraibico che ha sprecato l'impossibile lasciando in base ben 11 corridori. Non esente da pecche neanche la difesa dominicana che con un errore in apertura ha aperto la strada agli avversari.

Kingsale apre la partita degli olandesi con un singolo e sul bunt di sacrificio di Schoop il catcher dominicano commette un errore che porta ad avere prima e seconda occupate senza eliminati. Dopo aver infilato due out a fila, il partente Volquez riempie le basi con quattro ball a de Caster, sbaglia un lancio su cui entra il vantaggio orange e subisce il singolo di Adriana che vale i punti del 3-0. Tanto basta al nove di Delmonico che in più di un'occasione riesce ad uscire da situazioni molto critiche: al 5° la Repubblica Dominicana riempie le basi, sigla il secondo punto della sua partita con una volata di sacrificio, al 4° Tejeda aveva toccato un solo-homer, ma quando si trova nuovamente con tre corridori in base vede svanire le speranze di pareggiare su un doppio gioco aperto da de Caster e chiuso da Simon.  Il nove caraibico continua a sprecare come al sesto quando Aybar tocca un doppio ma non va oltre la seconda. L'Olanda in pratica esiste solo in difesa, nel box ottiene solo un'altra valida con Kingsale, si affida ai lanci dei suoi quattro rilievi dopo la discesa dal monte di Ponson e, quando al nono Taveras viene colto rubando la terza, vede aprirsi le porte della vittoria.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

Nella seconda partita del girone D non c'è storia e Portorico archivia la pratica Panama con un facile 7-0.  Troppo potente il line-up dei padroni di casa che bombardano i malcapitati lanciatori avversari a suon di fuoricampo, tre, e valide, tredici di cui 4 doppi. Il partente panamense Chen viene picchiato duro dalla parte centrale del line-up con Delgado che apre le danze alla seconda ripresa con un solo-homer e viene imitato nell'attacco successivo da Rodriguez (2-0) vero incubo per il monte avversario. Il catcher infatti si ripete al settimo inning, ma questa volta spinge a casa tre punti, quelli che mettono la parola fine alla gara, chiudendo a 1000 la sua prestazione (4 su 4 con 4 rbi). Nel mezzo altri due attacchi da un punto ciascuno. Simile potenza nel box lascia la massima tranquillità ai pitcher portoricani che non concedono occasioni a Panama e conducono in porto la vittoria per i padroni di casa.

IL TABELLINO DELLA PARTITA