Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

A Lucca tutti i volti del baseball nella cultura popolare

‘Il baseball è la sola occasione in cui l’America riesce a venire a patti con la sua storia’ con questa frase, presa da un commento all’opera di James Sturm, Riccardo Schiroli ha chiuso la sua introduzione e ceduto la parola ai relatori che hanno dato vita al workshop Da Oriente a Occidente: il Baseball nella Cultura Popolare, con il quale si è aperta l’attività convegnistica nella splendida Chiesa di San Giovanni, cuore culturale di Lucca Comics & Games.

Luigi Giuliani, che ha curato la struttura dell’evento, ha illustrato nella prima presentazione, un prologo propedeutico a tutti gli altri interventi, l’intreccio inestricabile fra il batti-e-corri e l’evoluzione della società statunitense, fatto, oltre che di sport, di letteratura, cinema, musica, arte, ma anche di razzismo e integrazione, di emancipazione e star system, di valori e riferimenti, sia postivi che negativi, di storie e di uomini, di filosofia di vita, dell’importanza dell’iniziativa del singolo, armonizzata in un contesto collettivo, esattamente come è la vita dell’uomo e, a volte, di un intero popolo. Il baseball è un viaggio che ha lo scopo di tornare a casa, pur fra le mille difficoltà che il vivere presenta a quegli Ulisse che siamo tutti noi.

Io sono un uomo fortunato’ è la celeberrima frase pronunciata da Lou Gehrig per iniziare il suo discorso di commiato davanti a un esterrefatto Yankee Stadium attorno alla quale ruota il contributo offerto da Mario Mascitelli. Il coach della Nazionale Baseball Juniores, da esperto docente e protagonista di teatro, ha conquistato la giovane platea di Lucca nel raccontare le motivazioni che lo hanno spinto a scrivere il monologo L’Ultima Partita e mettere in scena la vita del campione in pinstripes, fra Cristian Salaris fa provare il baseball virtuale a un giovanissimo spettatore(Anna)record indimenticabili e l’ombra sempiterna che il più mediatico Babe Ruth, compagno di squadra e idolo dello stesso Gehrig, ha sempre proiettato su di lui fino al momento in cui il Bambino cambia casacca. Ma proprio in quel momento la vita gli gioca il suo ultimo, drammatico scherzo, condannandolo a dover lasciare il campo a causa della terribile malattia degenerativa che porta il suo nome. “Anche io mi reputo fortunato” ha sottolineato Mascitelli “per avere potuto combinare le 2 grandi passioni della mia vita, il baseball e il teatro, attraverso una storia così splendida ed emozionante da raccontare.”

Dai primi videogiochi Atari ai videogame di oggi il baseball si è evoluto drasticamente, ha commentato Cristian Salaris della Quantum Games presentando un bel video che ripercorre la vicenda del Vecchio Gioco in digitale e ciò che la giovane azienda di Velletri ha allo studio adesso: un’ulteriore evoluzione dell’applicazione dell’elettronica allo sport. All’elaborazione, in corso, di un gioco di baseball internazionale da presentare alla World Baseball Softball Confederation, farà seguito un vero e proprio baseball virtuale che, attraverso un visore e un software dedicato, va ben oltre il concetto di gaming, rappresentando una grande opportunità di analisi e individuazione dei difetti nello swing e miglioramento tecnico.

Il mondo di James Sturm è molto lontano da questo e impersonifica un altro volto, un ennesimo modo di rappresentare il baseball: la sua graphic novel The Golem’s Mighty Swing è, come l’autore ha illustrato a chiusura del convegno, la cronaca, immaginaria, del viaggio di una squadra ‘a gettone’ degli Anni ’20 del secolo scorso, composta da tutti giocatori ebrei e 1 nero, un viaggio come lo è il precorso stesso del battitore fra le diverse basi del diamante e come lo è l’eterno errare del popolo ebraico, da sempre alla ricerca di un posto da poter chiamare casa. Con un sorriso l’artista newyorkese rivela anche il progetto di marketing, o meglio: l’idea per James Sturm con l'interprete Andrea Sarti (Anna)richiamare l’attenzione del pubblico che la squadra mette in pratica, cavalcando il successo del film Il Golem e rendendo ‘reale’ la presenza del protettore di pietra del popolo d’Israele travestendo e truccando, proprio seguendo l’immagine utilizzata nel film, il compagno nero, per la gioia e la curiosità degli appassionati degli Anni Ruggenti.

Il fumetto di Sturm s’infila lento fra le pause e la pazienza che fanno parte integrante del gioco stesso per pennellare con maestria le storie personali, grandi e piccole, che costellano la vita dei protagonisti, in un ritratto spesso amaro, della società americana non solo di ieri.

La gamma di declinazioni del baseball nei diversi aspetti della cultura popolare ha saputo tenere incollati alle sedie gli spettatori, a cominciare dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Paganico (GR) fra i quali si sono mescolati anche gli Assessori allo sport di Lucca Celestino Marchini e Capannori Serena Frediani.

Marco Landi

  Un’edizione eccezionale per Baseball !N Comics a Lucca 2016

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});