Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Giulia Longhi scivola a casa per il fuoricampo interno contro la Grecia Super Six (K73-Oldman)

Italia sul velluto contro la Grecia. Ora si attende il risultato di Repubblica Ceca-Olanda

L’ultima partita del girone eliminatorio è solo una veloce formalità per l’Italia contro la Grecia. In attesa si sapere quale finale (primo/secondo, oppure terzo/quarto) si giocherà nella giornata di sabato, cosa che dipende dal risultato di Olanda-Repubblica Ceca, la squadra di Enrico Obletter gioca una partita attenta e produttiva in attacco, contro una formazione decisamente più debole. Finisce 9-1 al quinto.

Le azzurre iniziano con un fuoricampo interno di Amanda Fama, la cui battuta profonda scavalca l’esterno centro e va a sbattere contro la recinzione del lungo campo del Piooners Ballpark. Una corsa, la sua, verso casa che si conclude agevolmente in piedi sopra io piatto di casa base. Successivamente Fabrizia Marrone (eliminata al piatto), Erika Piancastelli (colpita dal un lancio del partente greco Marinakis e poi in seconda sulla successiva battuta), Marta Gasparotto (eliminata in prima dal terza base) e Giulia Longhi (al volo dal prima base), non riescono ad aumentare il vantaggio.

In pedana per l’Italia va Laura Bigatton, alla sua prima apparizione come lanciatore nel torneo: una base ball al secondo battitore greco Nyazaka e due consecutive valide sull’interbase (una rimbalzante e una linea che, nonostante i tuffi di Fama riescono a bucare la difesa) di Marinakis e Chelsea Lysikatos consentono alla formazione ellenica di pareggiare.

L’Italia torna in vantaggio ancora grazie ad Amanda Fama, la cui battuta secca al centro, che parte bassa e tesa a un metro da terra e passa a pochi metri a sinistra del cuscino di seconda e si trasforma in un doppio, spinge a casa due punti segnati da Ilaria Cacciamani (in base con 4 ball) e Valeria Bettinsoli (valida a sinistra); Susanna Soldi (base ball) si ferma in terza. Poco dopo Piancastelli prova ad allungare ancora, ma la sua battuta alta a sinistra è letteralmente bloccata dal vento e diventa facile preda dell’esterno sinistro.

Il terzo è un inning interlocutorio, nel quale Bigatton concede la seconda base ball su due turni a Nyazaka, ma riesce a uscire dalla situazione facendo battere Iliopoulos in doppio gioco.

Il quarto attacco dell’Italia si apre con la seconda base ball consecutiva conquistata da Ilaria Cacciamani (poi sostituita a correre da Elisa Princic) e Valeria Bettinsoli che viene colpita al primo lancio; un bella finta di bunt con battuta spinta sulla seconda base di Susanna Soldi si trasforma in una valida che riempie le basi e si presenta a battere Amanda Fama: la sua rimbalzante sulla terza con basi obbligate rischierebbe di diventare un doppio gioco se non arrivasse un errore del catcher sul tiro a casa del terza base; Fama salva e addirittura in seconda sulla corsa e due punti a casa per il momentaneo 5-1. Con Marrone eliminata al piatto, Erika Piancastelli va a batter con un out e seconda e terza occupate: il pitcher greco non si avvicina mai all’area di strike e riempie di nuovo le basi. Gasparotto batte una rimbalzante sulla terza e questa volta la difesa greca, con la stessa azione giocata in precedenza, non commette errori ed effettua il secondo out a casa; le basi sono comunque piene e ci pensa Giulia Longhi a portare a casa la certezza di una conclusione veloce: lunga battuta a destra contro la recinzione e corsa aggressiva che si trasforma in un inside the park grand slam che porta l’Italia avanti 9-1.

Nell’ultimo attacco della partita le azzurre sprecano due doppi consecutivi a sinistra di Amanda Fama e Fabrizia Marrone, correndo male sulle basi sulla rimbalzante in diamante di Elena Chiesa (pinch-hitter per Piancastelli) e le stesse Fama e Marrone sono eliminate nella stessa azione sul cuscino di terza. Poco male. Fama poi si fa perdonare con una presa straordinaria per il secondo dei tre out dell’ultimo attacco greco, che Bigatton gestisce alla grande.  

IL TABELLINO DI GRECIA-ITALIA

TUTTI I RISULTATI

IL SITO UFFICIALE DEL SUPER SIX

PHOTOGALLERY ITALIA SOFTBALL

Italia avanti senza problemi contro la Russia: 8-0 per 'manifesta'

Italia, vittoria agli extra-inning dopo una vera battaglia contro l'Olanda

Riscatto Italia: batte GB e ora sotto con l’Olanda

Una brutta Italia è sconfitta all’esordio dalla Repubblica Ceca