Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'Italia U16 si aggiudica la Joudrs Cup 2018

Prosegue lo strepitoso weekend in giro per l'Europa per le compagini azzurre, questa volta per quanto riguarda l'Italia U16 di softball, che si è aggiudicata l'International Joudrs Cup sconfiggendo in finale le pari età olandesi con il punteggio di 5-1.

Successo nel nome di Maya Milano, lanciatrice capace di subentrare a Sofia Bertani in una situazione di pericolo nella seconda ripresa (due corridori in posizione punto e nessun out) e di terminare la propria partita con 5 inning lanciati, una valida subita, una base su ball ed 8 strikeouts che hanno piegato le mazze orange, andate a segno solo nella sesta frazione a sfida ormai in ghiaccio.
L'attacco della nazionale italiana ha messo sul tabellino tutti i propri punti a cavallo tra la seconda e la terza ripresa, sospinto da una difesa avversaria non perfetta (5 errori e diversi lanci pazzi) e da Chiara Bolognini, unica capace di battere due valide in due turni di battuta, tra cui un doppio utile per portare a casa uno dei cinque punti delle azzurre.

La formazione del manager Maristella Perizzolo in precedenza aveva superato in semifinale le padrone di casa del Joudrs Praga U17 per 7-4 in tre riprese di gioco, nelle quali l'Italia si era portata avanti anche per 7-0 al termine delle prime due grazie ad un linup sugli scudi (sei giocatrici con almeno una valida, due nel caso di Rampoldi e Mambelli) ed un'eccellente Milano in pedana, salvo poi faticare nel terzo inning, quando le ceche hanno segnato quattro punti ed è stato fondamentale l'ingresso di Bertani.

Vittoria di un'importanza straordinaria per l'Italia U16, formazione composta perlopiù da giocatrici di un'età ancora più bassa, che fa ben sperare per il ricambio generazionale nella nazionale maggiore, a partire già dall'Europeo del prossimo anno.

RISULTATI