Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Lara Cecchetti arriva in tuffo a casa per il fuoricampo interno del vantaggio azzurro (Grega Valancic)

All'Italia basta un acuto per archiviare la Svezia prima del limite

Con il minimo sforzo e a suon di valide, l'Italia batte la Svezia per manifesta al quinto (8-0) e si guadagna il passaggio alla terza fase, quella che darà accesso al page system con cui si assegnerà il titolo. Le azzurre sembrano meno brillanti rispetto alle precedenti uscite ma poi arriva una doppia scossa, il fuoricampo interno di Lara Cecchetti, che regala il vantaggio, e l'homer da 2 punti di Erika Piancastelli che mette la parola fine sulla partita. In pedana Alice Nicolini concede solo 3 valide e controlla senza grandi difficoltà le mazze scandinave che solo in apertura arrivano a toccare il sacchetto di terza senza però andare oltre.

Questa volta le mazze dell'Italia concentrano tutto il loro sforzo in un'unica ripresa, la quarta, quella che regala i 7 punti con cui si arriva alla sospensione prima del limite. Ben 8 valide con 2 doppi, Elisa Cecchetti e Mariel Bertossi, ed un fuoricampo, come detto del capitano azzurro, è la produzione Gasparotto e Bertossi si scontrano per un out al volo (Grega Valancic)dell'attacco italiano che manda definitivamente in crisi la partente svedese Hjelm fino a quel momento in buon controllo della gara.

L'unica defaillance della lanciatrice scandinava era stata infatti nella ripresa precedente su una battuta di Lara Cecchetti su cui la difesa non gli aveva dato la dovuta assistenza con l'esterno destro Nukunuku che aveva provato la presa al volo sulla battuta dell'azzurra, fallendo nel tentativo ed anzi facendosi superare dalla palla: una concomitanza di eventi che unita alla buona corsa di Cecchetti, aveva portato al fuoricampo interno con cui l'Italia aveva sbloccato la partita (1-0).

Poi il quarto e decisivo attacco con la sesta vittoria dell'Europeo, la quarta per manifesta. E con lo score dei punti subiti ancora illibato.

Tempo permettendo l'Italia è attesa dall'ultima sfida della seconda fase contro la Gran Bretagna questa sera alle 20.45 sempre a Bollate.

IL TABELLINO

RISULTATI, CLASSIFICHE E STATISTICHE

LA PHOTOGALLERY DI ITALIA-SVEZIA

da Bollate, Fabio Ferrini

Grande Italia, Grecia ko