Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Doppio di Elisa Princic che arriva in scivolata (Alessandro Princic)

Sofferta doppietta per l’Italia nella prima giornata

È grande il sospiro di sollievo alla fine del primo giorno di gare al Campionato Europeo Juniores di Sant Boi. L’Italia, infatti, si è trovata sorprendentemente ed ampiamente sotto nella prima ripresa della seconda partita e ha dovuto combattere fino al settimo per avere la meglio di una Spagna molto aggressiva e determinata. Al termine di una gara molto chiusa le azzurrine hanno conquistato la vittoria 7-5 e guadagnato il primo posto del girone, il ché significa che nella seconda fase avranno il primo match martedì 2 agosto alle 18.00 (Sant Boi), presumibilmente contro il Belgio; sempre stando alle ipotesi, dovute all’andamento della prima giornata e ai possibili risultati della seconda, le altre 2 squadre nel girone dell’Italia nella seconda fase potrebbero essere Lituania e Russia.201600801 Sara Riboldi e Mariel Bertossi in batteria contro la Spagna, Barcellona Juniores Softball (Alessandro Princic)

Nella sfida alla Spagna, Marta Gambella ha iniziato con Laura Bigatton in pedana, facendo qualche cambio in diamante: Jasmine Bernardini in terza, Melany Sheldon interbase e Chiara Bassi in seconda. L’avvio è stato durissimo: la Spagna infatti ha segnato ben 3 punti nella prima ripresa con base ball, base ball, lancio pazzo e singolo; con un K sul quarto battitore, Laura Bigatton sembrava aver preso la strada giusta per uscire dalle difficoltà e, invece, ha immediatamente subito un doppio (2 rbi) da Raquel Ibanez (lanciatore partente delle iberiche) che le è anche costato l’uscita dalla partita, per far spazio alla compagna di squadra nel Bollate, Sara Riboldi. Ottima chiusura dell’inning del rilievo e palla nelle mani dell’attacco.

Il box non tradisce e comincia immediatamente a produrre, anche se ancora con un po’ troppa frenesia, come nel caso di Susanna Soldieliminata su gioco d’appello per partenza anticipata dalla terza, dopo che comunque era arrivato il primo punto della partita, firmato da Laura Vigna su volata di sacrificio di Melany Sheldon.

Mentre nel secondo, terzo e quarto attacco della Spagna, Sara Riboldi ha affrontato solo 9 battitori

201600801 Mariel Bertossi salva in seconda contro la Spagna, Barcellona Juniores Softball (Alessandro Princic)

eliminandoli in sequenza con 3 K e 6 rimbalzanti, l’Italia si è portata in vantaggio nella parte bassa della seconda ripresa. A suonare la carica il capitano Mariel Bertossi, che ha cominciato con un singolo, rubando la seconda e avanzando su lancio pazzo; poi sono arrivati un doppio di Luna Oliveti, una eliminazione in diamante per Chiara Bassi, un singolo di Elisa Princic (rbi), base ball a Bernardini, singolo di Vigna e volata di sacrificio in foul a basi piene di Susanna Soldi: 3 punti entrati e sorpasso avvenuto.

Al terzo l’Italia mette in base Giorgia Migliorini, ma una discutibile chiamata dell’arbitro di prima Jonas Kristensen fa fuori il pinch-runner Sofia Cecchin; eliminata al volo Bertossi, con 2 out un doppio di Luna Oliveti, un errore difensivo su battuta in diamante di Chiara Bassi e un altro doppio di Elisa Princic mettono l’Italia avanti 6-3.

La Spagna accorcia al quinto, con 2 out, approfittando in un errore di Elisa Princic, scavalcata da una volata e anche al sesto, questa volta con 3 valide, segna e si fa ancora più minacciosa nel tentativo di rimonta. Ci pensa di nuovo il box con Laura Vigna e Melany Sheldon a ristabilire le distanze e a mettere la parola fine (7-5) a una partita che si è rivelata molto più complicata del previsto.

IL TABELLINO DI ITALIA-SPAGNA

La partenza, invece, era stata per fortuna senza sorprese. Per la partita contro la Serbia il pronostico alla vigilia era chiaramente sbilanciato a favore delle azzurrine ed è stato rispettato in pieno. Vittoria 11-0 con l’applicazione della mercy rule alla quarta ripresa, senza subire valide (anche se la Serbia è comunque arrivata in base 8 volte: 7 basi ball e una interferenza del catcher), battendone 9 e dando l’impressione di avere ancora tanto margine di miglioramento.

La partita inizia con un triplo di Laura Vigna e 2 punti segnati (c’è anche quello di Susanna Soldi in base su bunt valido) dopo soli 6 lanci del pitcher partente della Serbia, Navena Aleksic. Il divario è talmente ampio che,201600801 Gloria D'Autorio vincente contro la Serbia, Barcellona Juniores Softball (MG-Oldmanagency) a fine primo inning, l’Italia è già avanti 6-0: segnano anche Sheldon (salva su errore difensivo), Migliorini (base ball), Princic (colpita) e Bassi (singolo al centro), ma c’è anche il rammarico di aver perso un corridore a casa (Oliveti) e non aver messo tra se e l’avversario i punti necessari ad accorciare il più possibile la partita, fin dalla prima ripresa.

Per il resto la pratica è svolta con uno sforzo limitato, sia tecnico, sia nel tempo (qualche ora di riposo in più, evitando di rimanere sotto il sole a lungo, è sempre utile) in modo da essere pronte per la seconda partita della giornata contro le padrone di casa della Spagna, dopo la cerimonia di apertura (ore 20.30).

Nel terzo inning, dopo un secondo a secco, l’Italia segna ancora con Luna Oliveti (errore difensivo, sacrificio di Princic, rubata e valida); Bassi (valida, rubata, avanzamento su bunt di Bernardini e rubata di casa); Bernardini (bunt valido più avanzamento, lancio pazzo ed errore difensivo) e Soldi (base ball, rubata ed errore difensivo). Al quarto l’undicesimo e ultimo punto: Irene Costa batte valido, poi ruba la seconda e segna su singolo interno di Sofia Cecchin.

IL TABELLINO DI SERBIA-ITALIA

RISULTATI, CLASSIFICHE E STATISTICHE

IL SITO UFFICIALE DEL TORNEO

da Sant Boi (Barcellona, Spagna) Michele Gallerani