Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Il ciclonauta Marco Banchelli è arrivato in Nepal

Dal deserto alle vette dell'Himalaya: il ciclonauta fiorentino Marco Banchelli ci informa di aver concluso in "maniera straordinaria" la seconda tappa del progetto Olympic Softball. A Katmandu in Nepal, su direttiva di Ashok Bhathachen e Dipak Neupane della Nepal Baseball and Softball Association, Banchelli ha consegnato a Keshar Bhadur Khulal, il direttore generale della scuola di Budhanilkantha, il kit offerto dalla FIBS.

"E' stata un'altra esperienza incredibile" commenta Marco Banchelli "Un viaggio che come obiettivo primario aveva la solidarietà nel dopo terremoto che ha colpito queste terre nello scorso aprile e che, oltre ogni aspettativa e anche grazie al messaggio dello sport del baseball e del softball, si è già trasformato in una straordinaria proiezione di una essenziale sensazione di normalità proiettata verso il futuro".

La prima tappa di Olympic Softball, un progetto che Banchelli ha sviluppato in stretta collaborazione con Marina Centrone (manager della nazionale italiana di softball), lo aveva portato nel 2012 nel deserto e a contatto con il popolo Saharawi.