Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

All Star Game ISL, l'Italia subisce la prima sconfitta della settimana

da Caronno Pertusella (VA), Michele Gallerani

Prima sconfitta della settimana per l’Italia di Marina Centrone. Una partita persa che arriva non in una gara del 3° Torneo della Repubblica, ma nel match esibizione che richiama a Caronno Pertusella  quasi un migliaio di persone. Una festa del softball italiano, con la Nazionale Azzurra che affronta le All Star della Italian Softball League, selezionate in parte dal voto del pubblico e in parte dal manager del Rhibo La Loggia, Maria Grazia Barberis, allenatore dell’anno nel 2014. Una festa con numerose manifestazioni collaterali, iniziata con la consegna di Guanti D’Oro e Mazze D’Argento, passata attraverso la disputa del Home Run Derby italiano e conclusa con una partita che, però, è stata in parte rovinata da un paio di infortuni.

La partita ha avuto un (facilmente pronosticabile) avvio dominato dalle lanciatrici, essendo in pedana come partenti Greta Cecchetti per l’Italia e Ellen Roberts (compagna di squadra nel Bollate, proprio di Cecchetti) per la selezione All Star. Quando ancora si era sullo 0-0 un episodio sfortunato per Elisa Oddonini (esterno proprio della squadra di casa, il Rheavendors Caronno), che solo pochi minuti prima aveva ricevuto i premi di miglior esterno, sia difensivo, sia  offensivo per la stagione 2014: in uno scontro di gioco con l’interbase Lara Cecchetti, nel tentativo di recuperare una palla al volo, ha subito un colpo al costato che l’ha costretta a uscire dal campo in barella.

Dopo più di mezzora di pausa il match è ripartito e le All Star sono riuscite a portarsi in vantaggio, sul primo rilievo azzurro, Sara Temporin: base ball “limata” da Marta Gasparotto Nicole Zerbini, premiata come MVP (Fabio Cecchin)(per l’occasione “prestata” alla formazione di Maria Grazia Barberis) e doppio al centro del prima base del Labadini Collecchio, Nicole Zerbini. È arrivato così il primo punto, al quinto.

Alla sesta ripresa ecco la produzione del 2-0: errore della difesa azzurra per l’arrivo in base di Amanda Fama che, sulla giocata, arriva fino al cuscino di seconda; lancio pazzo per l’arrivo in terza e poi, sul bunt di sacrificio messo in terra da Sara Avanzi (altro prestito alle All Star), corsa a casa di Fama con durissimo scontro con il catcher azzurro Valeria Bortolomai, a sua volta costretta a uscire dal campo.

Al sesto l’Italia mette in base il primo e secondo battitore dell’inning: Ilaria Pino (poi sostituita a correre da Alice Nicolini) riesce a farsi lanciare dalla compagna di squadra del Legnano, Silvia Durot, quattro ball e poi un doppio di Marta Pasqualini porta la squadra di Marina Centrone ad avere due corridori in posizione punto, ma con un K su Priscilla Brandi e due battute raccolte al volo dall’interbase Kelly Sheldon di Elisa Cecchetti e Giulia Longhi, le azzurre rimangono a bocca asciutta.

Altra opportunità alla settima ripresa: due basi ball consecutive per Beatrice Ricchi (sostituita per la corsa da Carlotta Onofri) ed Eva Trevisan, valida a sinistra di Laura Costa e basi piene con zero out. Anche in questo caso niente da fare, l’Italia non è stata in grado di produrre, anche grazie a una giocata difensiva da applausi di Clare Warwick, su una linea della compagna di squadra (nel Legnano) Ilaria Pino. Finale 2-0 All Star, ma ora l’Italia dovrà giocarsi la finale del Torneo della Repubblica, contro la Repubblica Ceca.

LA PAGINA DEL TORNEO DELLA REPUBBLICA

I RISULTATI E I TABELLINI DEL TORNEO DELLA FREPUBBLICA

Come detto la giornata si era aperta con la consegna dei premi della Stagione 2014. Guanto D’Oro ritirato da: Alice Ronchetti, Elisa Grifagno, Elisa Oddonini, Federica Bianchi; Mazze D’Argento consegnate a: Valentina Marazzi, Elisa Oddonini, Andrea Montanari e Priscilla Brandi. Priscilla batte uno dei suoi fuoricampo nello spareggio per la vittoria e Johana Gomez, di spalle, la guarda da lontano (Fabio Cecchin)

Seconda fase dell’evento il primo Home Run Derby della Italian Softball League. Dopo una fase di qualificazione alla quale hanno partecipato tre atlete della Nazionale Italiana: Ambra Collina (prima base del Banco di Sardegna Nuoro), Beatrice Ricchi (esterno del Rhibo La Loggia) e Priscilla Brandi (prima base dello Specchiasol Bussolengo), e tre atlete della Selezione All Star, Amanda Fama (seconda base del Rhibo La Loggia), Johana Gomez (lanciatore del Rheavendors Caronno) e Nicole Zerbini (prima base del Labadini Collecchio), la finale è stata giocata da Priscilla Brandi (4 fuoricampo in qualificazione) e Johana Gomez (8 fuoricampo in qualificazione) ed è terminata 7-7, nel "playoff" decisivo vittoria di Priscilla Brandi 4 – 2.

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Nella foto di copertina la mascotte interagisce con Johana Gomez (Fabio Cecchin)