Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La Nazionale cadette vince il Torneo Indoor “Chicco Luraschi”

Vince l’Italia Cadette. Nel torneo “Chicco Luraschi” di Saronno, una manifestazione indoor, che serve alla preparazione di una annata che sarà piena di appuntamenti, le azzurrine conquistano il trofeo davanti a un folto pubblico. Due giorni di gioco e tanti spunti.

La prima partita per la Nazionale guidata da Simona Nava si chiude con La Loggia che impone un di valore. Poi le “azzurrine” si sono riscattate negli incontri successivi contro Thunders Castellana e Crocetta.

Prima nel girone B, la Nazionale ha poi incontrato nella seconda fase un ottimo Saronno, dando vita ad una bellissima partita vinta 1-0. In finale l'Italia ha battuto la formazione del Caronno per 8-2.
Susanna Soldi si aggiudicata il premio individuale per la “miglior giocata”, mentre MVP del Torneo è risultata Chiara Bassi. Nota di merito a Laura Villa, del Caronno che ha vinto il premio per miglior fuoricampista autrice di un grande slam.

“Siamo a buon punto”, dice il manager delle Cadette, Simona Nava. “L'inserimento dell'anno ‘98 senza limitazioni di ruolo ha sicuramente innalzato il livello tecnico, anche se penso che il livello cadette
abbia già un buon livello. Negli anni ‘99 - 2000 - 2001 ci sono già molte atlete con buoni fondamentali e molto entusiasmo per migliorarsi. Confrontarsi con lanciatori del ‘98 ha reso il torneo molto competitivo e nonostante la palla di gomma si sono viste belle prestazioni dei lanciatori.
Sono stati due giorni fondamentali per il nostro cammino. Avevamo predisposto una rotazione lanciatori al di là del risultato, per noi è ancora momento di testare e aggiustare l'assetto che ancora non è definitivo.
I tornei indoor sono una buona occasione per interrompere periodi di preparazione, che per le giovani sono pesanti e annoianti, seppur importantissimi.
Ho visto buone cose, soprattutto in merito all’attitudine, la gestione del turno di battuta. Grazie alla Federazione e al coordinatore delle Nazionali Marina Centrone abbiamo stilato una programmazione attenta, dunque ho avuto la fortuna di cominciare a lavorare per questo Europeo con largo anticipo. Abbiamo già un idea di quello che potrà essere la Nazionale ma a questa età fanno cambiamenti rapidi in brevissimo tempo, già dalle Tuscany Series dello scorso agosto qualcuno ha avuto una buonissima crescita;  ho la fortuna di scegliere tra tante ragazze brave per trovare il top da portare a Nuoro. Dopo Pasqua sarà il momento di decisioni importanti”.