Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Softball, chiuso il percorso dei try-out Cadette: ultima tappa a Montegranaro

di Michele Gallerani

Una domenica di lavoro, l’ultima prima del Natale, per Marina Centrone, manager della Nazionale Seniores e coordinatrice delle Nazionali azzurre che, insieme a Marta Gambella, per la Juniores e Simona Nava, che è il Manager della Nazionale Cadette, ha radunato le atlete della categoria Cadette delle società del centro.

In totale hanno risposto all’appello 19 ragazze di 6 società diverse: Unione Fermana, Macerata, Roma, Montefiascone, Pescara e Chieti. Le ragazze sono state impegnate in test di valutazione atletica e tecnica, del tutto simili a quelli proposti alle Nazionali Senior e Junior.

Il percorso si è concluso con questo terzo appuntamento, dopo quelli di Bollate e Castelfranco Veneto, al termine del quale Marina Centrone si è detta “particolarmente soddisfatta. Queste esperienze ci servono per fare valutazioni organiche sulle opportunità di convocazione, ma anche se soprattutto per creare continuità tra le varie selezioni nazionali”.

Quali sono i responsi che avete ottenuto?

“Di certo le nostre idee, grazie a questo programma di incontri, sono più chiare. Abbiamo un progetto che seguiamo con le ragazze di tutte le età . Questo, per esempio, ci consente di evitare che si creino buchi generazionali . È anche per questo che, oltre a Simona Nava, responsabile della Nazionale Cadette, ha partecipato Marta Gambella per la Nazionale Juniores. Il nostro pensiero non è limitato a questa singola stagione (che per le Cadette proporrà il Campionato Europeo e per le Junior il Mondiale), ma facciamo un lavoro funzionale anche ai passaggi di categoria”.

I prossimi appuntamenti quali sono?

“Il primo in assoluto è fissato per il 21 e 22 febbraio e sarà un torneo indoor. Grazie alla collaborazione del Saronno le ragazze avranno la possibilità di testare la condizione, ancora prima di scendere su un diamante all'aperto. Poi inizierà una stagione outdoor particolarmente intensa. Le Cadette, infatti, quest’anno avranno il Torneo di Macerata a Pasqua, poi alla fine di maggio un altro impegno in contemporanea al Torneo della Repubblica e poi, a fine giugno, a Nuoro, il Campionato Europeo. Stiamo lavorando per questi obiettivi e sono molto fiduciosa. Abbiamo un ottimo gruppo sul quale lavorare. Per i tornei di preparazione, Simona Nava, dovrà utilizzare 17 atlete, così come prevede il regolamento delle manifestazioni internazionali, in modo da cominciare a ragionare sulle convocazioni  finali, ma grazie alla collaborazione degli organizzatori e di tutte le società, la valutazione verrà fatta su un gruppo allargato di 40 atlete”.

Nella foto di copertina lo staff azzurro parla con le atlete nel 'try-out' di Castelfranco Veneto (Fabio Cecchin)