Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

“ I tre raduni sono stati molti positivi, abbiamo lavorato e valutato una trentina di papabili convocate"

                                                                         di Jacopo Brianti

Raduno Parma (Alessandro Romani/Oldman)Marina Centrone, manager della nazionale italiana seniores softball dal 2005, commenta telefonicamente l’ultimo raduno svolto in ordine di tempo dall’inizio dell’anno ieri a Roma presso il centro “Acquacetosa” tracciando altresì un primo bilancio sull’attività messa in atto in vista del Campionato Europeo in programma a Praga dal 7-14 luglio, manifestazione in cui l’Italia cercherà di riprendersi quel titolo sfiorato in finale nell’ultima edizione a Ronchi dei Legionari nel 2011, sei anni dall’ultima volta, 2007 ad Amsterdam. “Questo raduno, così come quelli organizzati precedentemente come il training camp a Grosseto, lo stage a Parma, o gli incontri con alcune società, che ringrazio per la collaborazione – esordisce il manager azzurro – è stato sicuramente molto positivo, abbiamo avuto anche la possibilità, complice il bel tempo, di utilizzare il campo dell’Acquacetosa e di effettuare quindi una sessione all’aperto. Dopo la fase di riscaldamento condotta dal preparatore atletico Fabrizio Goracci, - continua Marina Centrone - il gruppo delle undici convocate, seguito dallo staff al completo, si è dedicato ad esercitazione specifiche, lavorando intensamente sui fondamentali di battuta e difesa. Il preparatore dei lanciatori Monica Il preparatore dei lanciatori Monica Corvino (Alessandro Romani/Oldmanagency)Corvino ha valutato attentamente le lanciatrici Fabiana Fabrizi e Carlotta Natti, alla prima chiamata nelle seniores, reduci da brillanti stagioni nell’Urbe Roma in A2 e nella Des Caserta in Isl per prendere informazioni e acquisire conoscenze. Stiamo curando – conclude Centrone – considerando il periodo di preseason, principalmente la parte atletica. Nei mesi scorsi, il preparatore ha stilato e consegnato un programma a tutte le atlete papabili.”

Quale sarà il gruppo che rappresenterà l’Italia all’Europeo?

Non dovrebbe discostarsi troppo da quello protagonista ai mondiali canadesi di Whitehorse e all’ultimo Europeo. Attualmente abbiamo sotto osservazione 30 atlete tra giovani e meno giovani. Pensiamo di confermare la struttura di squadra, anche se qualche cambiamento inevitabilmente ci sarà. Paola Cavallo (Nuoro) e Michela Vitaliani (Fiorini Forlì), ad esempio, non faranno parte del gruppo perché incinte, così come saranno da definire altre situazioni. Valuteremo, senza preclusione nei confronti di nessuna, cosa ci dirà il campionato, premiando chi si distinguerà”

Raduno Parma, a sinistra il coach Paola Marfoglia (Alessandro Romani/Oldmanagency)A proposito, si aspetta delle sorprese dalla ristrutturata Italian Softball League 2013?

Non posso che giudicare favorevolmente la nuova formula dell’Isl,perché le società, senza il timore della retrocessione, potranno permettersi di rischiare qualcosa di più schierando giovani talenti che avranno così la possibilità di mettersi in luce”

Prossimi impegni della nazionale in calendario?

Parteciperemo al Torneo “Prealpi”dal 15 al 17 marzo organizzato dal Bollate e Caronno softball. Abbiamo inoltre in cantiere un evento da definire per il 2 giugno oltre al tradizionale pre raduno una settima prima della partenza dell’Europeo”.