Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Euro juniores softball: delusione Italia

                                                           da Rosmalen (Olanda), Jacopo Brianti

Delusione. Nessun altro termine potrebbe rendere meglio l’idea. La nazionale italiana juniores softball abdica il titolo conquistato due anni fa a Vienna. Fatale alle azzurrine la sconfitta (8-4) patita ai danni della Germania nei quarti di finale del campionato europeo in corso a Rosmalen, in Olanda.

Era una partita da dentro o fuori, lo si sapeva, lo sapevano tutti, anche la squadra. L’importanza e il peso della partita ha influenzato la partita delle azzurre che non sono riuscite a esprimere al 100% le proprie potenzialità e qualità, commettendo degli errori difensivi decisivi per il ko finale.

L’Italia nel corso della seconda ripresa dava l’impressione di aver scacciato la tensione con i singoli al centro di Beatrice Ricchi e Alice Parisi prima del lungo doppio battuto da Alice Nicolini che sbloccavano i risultato (2-0). La base gratuita concessa da Diefenbach a Priscilla Brandi portavano lo staff tecnico tedesco al cambio in pedana, con Szalay nuovo lanciatore prima del ritorno di Diefenbach ad inizio del quarto inning .

Le azzurrine realizzavano il 3-0 al terzo con Lara Cecchetti, in base su valida grazie alla volata di sacrificio di Ricchi a basi piene, su sacchetti c’erano anche Giulia Longhi colpita e il dp Marta Gasparotto. L’Italia tuttavia non prendeva il largo, mentre la Germania ci credeva ancora pareggiando i conti (3-3) al cambio campo con Panero, Zuhlke e Bottger sul contatto a destra di Zuber.

L’Italia però passava di nuovo avanti (4-3), Brandi colpiva un triplo e completava il giro dei cuscini per effetto della valida di Greta Longagnani. La Germania intanto, visto l’esiguo gap, continuava a crederci, Staecker strappava la base gratis alla partente italiana Elena Micheli rilevata da Ilaria Cacciamani.

Le tedesche a questo punto mettevano pressione con una giocata di bunt eseguita da Szalay che ingannava la difesa italiana. Così con corridori agli angoli, Crowell piazzava il singolo che valeva il 4-4.

Dopo due eliminazioni, la Germania approfittava di una indecisione difensiva, Lara Cecchetti raccoglieva la palla battuta da Bottger e assisteva verso la prima base Nicolini che nella circostanza non la tratteneva. Nell’occasione entrano due punti. Nuovo parziale 6-4 in favore della Germania.

L’Italia provava a reagire e al sesto inning, con due out, Lara Cecchetti prendeva la base ball ma la linea secca di Longhi era colta al volo dalla prima base Theissen. Le tedesche decidevano di incrementare il risultato, Crowell riceveva la base da Cacciamani, Panero effettuava una volata di sacrificio, la neo entrata Poon con una lunga battuta indiceva Parisi all’errore a sinistra (7-4).

La ripresa si conclude con l’ingresso dell’ottavo punto tedesco con Micheli tornata a lanciare. Le azzurrine nel finale ci provavano con il cuore, la grinta e l’orgoglio, mai venuto meno nel corso dell’europeo. Ma non basterà. Marta Gasparotto apriva le danze, la linea di Ricchi finiva al volo nel guantone dell’interbase, la scelta difesa della retroguardia tedesca su Brandi chiudeva l’incontro. Spazio alle lacrime, al rammarico e al pensiero di quello che si poteva fare e non è stato fatto.Per l’Italia,che termina il torneo al quarto posto, il campionato europeo juniores softball 2012 finisce qui.

LA SITUAZIONE

IL COMMENTO DI LUIGI SOLDI 

IL TABELLINO 

LA PHOTOGALLERY

LA CLASSIFICA

LE STATISTICHE DELL'ITALIA 

LE STATISTICHE