Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Australia troppo forte per l'Italia

da Whitehorse (Canada), Fabio Ferrini

L'Italia non ha scampo contro l'Australia nella seconda uscita dei Mondiali canadesi. La squadra aussie piazza subito al primo inning l'allungo vincente, complice una partenza difficile di Stella Turazzi, sigla 7 punti con altrettante valide e passa nel box ben 12 giocatrici. Una premessa che condiziona fortemente la gara delle azzurre che siglano il punto della bandiera, ma non riescono ad evitare la sconfitta per manifesta (1-11).

Se contro la Gran Bretagna l’approccio alla partita era stato una delle chiavi della vittoria, altrettanto non si può dire per la sfida contro l’Australia dove l’Italia sembra entrare in campo con un timore reverenziale che le La lanciatrice dell'Australia Vanessa Stokesavversarie sfruttano in pieno chiudendo virtualmente i conti dopo una sola ripresa. L’avvio titubante di Stella Turazzi, che lancia 7 ball prima di mettere a tabellone il primo strike, è l’esempio lampante della tensione fra le azzurre che anche nel proseguo della partita non brillano con la difesa che alla fine conta 5 errori facendo un passo indietro rispetto a quando mostrato solo 24 ore prima.
L’Australia, come previsto, è una squadra molto potente nel box che martella con efficacia con tutto il line-up.

La prima ad aprire le danze è Stacie Porter con un doppio a destra che porta corridori agli angoli. La serie aussie prosegue con quattro singoli consecutivi che fruttano tre punti (0-3) e prima dell’ennesima valida, a firma White, la difesa azzurra commette un errore (0-5). La partita di Turazzi finisce qui e il manager Centrone chiama dal bullpen Michela Musitelli. Il rilievo italiano ha un buon impatto, con uno strike out, poi ci si mette anche la sfortuna con una battuta di Leigh che si ferma quasi davanti al piatto e si trasforma in valida prima del singolo di Cox per altri due punti (0-7).

L’Italia esce indubbiamente scossa dalla prima parte della Andrea Montanari arriva in tuffo in seconda dopo aver colpito un doppioripresa con la partita già quasi compromessa. Al secondo inning però le ragazze di Marina Centrone danno un cenno di reazione guidate dal doppio di Andrea Montanari che poi ruba la terza. Alice Fiorio, all’esordio nel box, tocca una secca valida a destra che regala il punto alle azzurre (1-7).

Qualche altra occasione l’Italia riesce a crearla contro i lanci di Vanessa Stokes, ma non a sfruttarle, tanto che alla fine saranno ben 7 i corridori lasciati in base.

L’Australia, dal canto suo, torna a muovere il punteggio per raggiungere la sospensione per manifesta tra quarta e quinta ripresa. I punti dell’1-9 vengono su tre singoli ed un errore delle azzurre, mentre il definitivo 1-11 vede ancora la collaborazione della difesa italiana, due errori, il doppio di Mc Manus e una base ball con tutti i cuscini occupati che forza l’ultimo punto australiano.

Nell’ultimo attacco italiano c’è spazio per l’esordio della rookie Giulia Longhi e dell’ultima arrivata, nella notte, Erika Abbruzzetti, entrambe mandate in campo già nella fase difensiva.

IL TABELLINO     LIVE STATS

LA PHOTOGALLERY     LE IMPRESSIONI DI MARINA CENTRONE