Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

ALEX LIDDI, L'ITALIANO CHE INCURIOSISCE IL VENEZUELA

La cosa che incuriosisce di più i venezuelani al riguardo di Alex Liddi è il fatto che si esprime senza problemi in 3 Liddi difende il cuscino di terza con la maglia dei Cardenales (Gustavo Bandres)lingue: Italiano, Inglese e Spagnolo. In tutte le interviste pubblicate sulla stampa della Repubblica Bolivariana, la domanda è immancabile. E Liddi sta al gioco: "Ho imparato lo Spagnolo grazie ai miei compagni di squadra. Qualcuno dice addirittura che ho l'accento dominicano".

Liddi affronta tutto con un sorriso, ma si fa rapidamente serio quando il sito ufficiale della lega gli chiede di parlare di quel che sa del campionato venezuelano: "So che è una cosa diversa dalle Leghe Minori degli Stati Uniti. Qui tu vieni per migliorarti, ma il pubblico ti chiede anche un certo rendimento".
Interrogato su come si trova in Venezuela, Alex non ha dubbi: "Mi hanno trattato come se fossi in famiglia, fin dall'inizio".
Poi confessa anche il nome del suo giocatore preferito: Chipper Jones, ex terza base degli Atlanta Braves.

Stando a "El Universal", Liddi è un giocatore destinato ad essere "Il prossimo italiano in Grande Lega".
Alex è consapevole delle aspettative che ci sono su di lui, ma anche dei suoi personali limiti, in questa fase della carriera: "Devo assolutamente ridurre il numero degli strike out che subisco ed essere più continuo in difesa".

Dopo le prime 20 partite della stagione con i Cardenales Liddi batte a media .239, con 6 doppi e un fuoricampo.