Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

YOUTH SOFTBALL WORLD CUP : UNA BELLA ITALIA SI ARRENDE AL CANADA (5-0)

da Praga , Davide Bertoncini

Ha iniziato perdendo (5-0 contro il Canada), ma nonostante la sconfitta l'Italia Under 16 ha giocato forse sopra le aspettative, contro una squadra candidata come minimo al podio.
Il Canada ha mandato in campo una lanciatrice sicuramente di una categoria superiore, e di cui si sentirà parlare in futuro, Karissa Hovinga, bionda atleta dalla velocità quasi "seniores" e dal cambio mortifero.
Le azzurrine hanno però tenuto bene il campo, non hanno mai mollato ed hanno limitato le avversarie in attacco grazie a tre bellissimi doppi giochi difensivi, da segnalare anche una bella presa in tuffo ad inizio gara del catcher Alice Parisi che è costata l'eliminazione alla Loewen.
Elena Micheli è partita in pedana per l'Italia, dopo un buon inizio al secondo inning le canadesi sono passate in vantaggio, un fuoricampo interno di Noble ha aperto la ripresa, e poi tre singoli consecutivi hanno riempito le basi, due volate di sacrificio hanno portato a casa gli altri due punti.
Al terzo inning Luigi Soldi mandava in pedana Martina Mancastroppa, che per tre riprese riusciva a limitare le avversarie, ben coadiuvata dalla difesa.
L'attacco purtroppo non riusciva ad incidere, solo Priscilla Brandi e Giulia Mattioli riuscivano a battere valido contro la terribile pitcher canadese, la Mattioli ha concesso addirittura il bis, singolo e doppio per la giocatrice di Arezzo, unica ad andare oltre il diamante.
Nel finale l'Italia allentava la concentrazione e la squadra allenata da Toni Foti aumentava il vantaggio, un errore difensivo e due doppi permettevano alle nordamericane di arrivare a quota  5.
La Hovinga terminava la partita con solo 3 valide concesse e 9 strike out in sette riprese complete.

Domani doppio appuntamento con Russia (ore 10.00) e Giappone (ore 16.30).

IL TABELLINO