Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

LITTLE LEAGUE WORLD SERIES: STORICA ITALIA, BATTE IL CANADA ED E' NONA

Battendo nella finalina per il 9° posto il Canada per 12 a 1 alle World Series Little League, la selezione Under 12 Antonella Micalizzi in pedana (www.softballworldseries.com)della Lombardia ha concluso il torneo scrivendo una pagina importantissima nella storia del softball italiano.
Le ragazze allenate da Riccardo Locati, Simona Panno e Flavio Minari hanno stabilito in questo 2008 una serie di record indimenticabili: prima squadra italiana ad arrivare a Portland vincendo le qualificazioni EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) con il percorso netto di 4 vittorie e nessuna sconfitta, sono anche le prime europee a raggiungere il nono posto alle World Series, in cui un squadra europea non vinceva una partita da 14 anni.

Protagonista assoluta della vittoria una splendida Antonella Micalizzi in pedana, che non ha concesso valide all'attacco canadese, mettendo a segno la bellezza di 14 strikeout, ma sono state tutte le atlete azzurre a richiamare l'attenzione di tecnici e osservatori nel più grande evento giovanile al mondo per il softball.

Grande soddisfazione traspare dalle parole di Lilly Rossetti, coordinatrice del Progetto Verde Rosa della FIBS, che ha seguito da vicino questa splendida avventura: "E' vero, da più parti sono arrivati i complimenti per il livello di gioco dimostrato dalla squadra, definita la migliore squadra europea che sia mai giunta alle World Series.
Il nostro bilancio finale è di 42 punti subiti e 17 segnati, che la dice lunga sul potenziale offensivo degli avversari affrontati. La formula che prevede partite da 6 riprese senza limiti di punti, le limitazioni nell'impiego delle lanciatrici (che non possono essere utilizzate in gare consecutive) e alcune regole particolari che caratterizzano la Little League sono sicuramente fattori che incidono sull'impostazione tattica e sulla resa delle squadre, che in Lilly Rossetti (FIBS)Italia hanno invece limiti sia di tempo, che di punti, che di utilizzo dei lanciatori."

Il livello di gioco è stato altissimo. "Assolutamente! Dominanti la velocità di azione e di reazione, la potenza in battuta, l'efficacia dei lanci, ma chiarissima anche l'abitudine di tutte le squadre partecipanti a giocare molto e ad alto livello (basti pensare che la squadra californiana di Grand Terrace ha disputato circa 100 partite prima di approdare alle World Series).
L'Italia ha dimostrato di possedere buoni fondamentali di gioco ma ritmi diversi, non ancora così alti da potere affrontare avversari di questo calibro."

Apprezzamenti per le azzurre a livello individuale ce ne sono stati. "In particolare per le lanciatrici - Nicolini, Micalizzi e Boniardi - che hanno dimostrato buon livello tecnico e determinazione."
Indicazioni tecniche, anche... "Sicuramente da potenziare la battuta, a fronte della capacità dei migliori battitori di battere anche fuoricampo!"

Anche il livello organizzativo è un esempio da imitare. "L'organizzazione di Portland si è distinta per un'accoglienza da veri campioni riservata a tutte le delegazioni approdate alle World Series e per un'attenzione ai dettagli davvero encomiabile.
L'esperienza dell`essere ospitati presso famiglie a Beaverton (luogo della manifestazione , presso il Centro Sportivo Alpenrose) si è rivelata estremamente positiva, anche se a volte non facile da gestire per un gruppo sportivo dal punto di vista logistico. La disponibilità e l'accoglienza delle persone ha reso il soggiorno della delegazione italiana a Portland davvero indimenticabile."

Un messaggio per il futuro? "Senz'altro l'impegno di potenziare la preparazione e l'attività dei settori giovanili a livello regionale, per non perdere più il titolo EMEA e con esso le World Series."

LA SCHEDA DELLA PARTITA

TUTTI I RISULTATI DELLE LL SOFTBALL WORLD SERIES

Archiviato il torneo Under 12 di softball con la vittoria delle rappresentanti di South USA di Simpsonville (SC), ora il tesitmone azzurro passa idealmente ai pari età dell' Emilia Romagna, campioni europei LL, impegnati da sabato sui diamanti di Williamsport (Pennsylvania), per le Little League World Series di baseball.

Marco Landi