Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Frank Menechino e Frank Catalanotto: 'reunion' per un giorno

Lo scorso 29 gennaio 2020 Frank Menechino, hitting coach dei Chicago White Sox, ha fatto visita a Frank Catalanotto, coach della Nazionale Italiana e dellaspring training 2011 Frank Catalanotto (news) squadra di baseball del New York Institute of Technology (NYIT) per istruire i giocatori sui fondamentali. I due ex MLB hanno giocato insieme nei Toronto Blue Jays nel 2004 e 2005 e nel 2006 hanno partecipato al World Baseball Classic con la nazionale azzurra.

Prima di intraprendere la carriera da tecnico, Frank Menechino ha vestito anche la divisa del Nettuno durante la stagione 2008 mentre Frank Catalanotto ha continuato a vestire l’azzurro anche nel WBC 2009 prima di entrare a far parte dello staff tecnico di Marco Mazzieri per le edizioni 2013 e 2017 dell’evento mondiale di baseball.

Catalanotto, omaggiato dalla IABF (Italian American Baseball Foundation) con l’“Achievement Award” durante il 4° Gala annuale tenutosi nella cornice del “Giando on the Water” di Brooklyn, New York, nella sua prima stagione come head coach della formazione della NYIT ha portato i Bears alle finali NCAA (appuntamento che mancava dal 1983) ed alla College World Series per la prima volta nella storia con 37 vittorie, un record per la New York Institute of Stanton e MenechinoTechnlogy. Grazie a questi risultati, Catalanotto si è aggiudicato anche il titolo di coach dell’anno per quanto riguarda la Eastern College Athletic Conference.

Frank Menechino ha cominciato la sua carriera da allenatore come hitting coach nella organizzazione dei New York Yankees, trascorrendo, dal 2009 al 2013, due stagioni in doppio A e tre stagioni in triplo A. Successivamente, dal 2014 al 2018, ha potuto lavorare in MLB con i Miami Marlins. Tra i giocatori allenati da Menechino figurano le star Dee Gordon, Marcell Ozuna, J. T. Realmuto, Christian Yelich e Giancarlo Stanton, che ha dato merito a Menechino dei risultati conseguiti nel 2017, quando lo slugger, oggi agli Yankees, ha guidato la MLB con 59 fuoricampo (record di franchigia per i Marlins), 132 RBI ed una media bombardieri di .631, numeri che poi gli hanno permesso di vincere il titolo di MVP per la National League.

Chiusa l’avventura con i Marlins, Menechino è tornato ai White Sox, i quali nel 1993 lo avevano lanciato nel professionismo selezionandolo al 45esimo giro del draft. Menechino ha avuto la possibilità di entrare a far parte dello staff dei Charlotte Knights, squadra di triplo A, con i quali ha lavorato nella scorsa stagione. La “cura” Menechino ha portato i Knights al primo posto della International League (uno dei due campionati di triplo A) per punti segnati, al secondo postoMenechino con i Toronto Blue Jays per media arrivi in base (OBP) e media bombardieri (SLG) e terzo posto per numero di fuoricampo, risultati che, a fine stagione, gli hanno consentito la promozione nella squadra di MLB. Così ha parlato di lui Rick Hahn, GM dei White Sox: “Menechino ha uno speciale punto di vista riguardo l’approccio in battuta e l’insegnamento. È un buon comunicatore e sa come prendere i giocatori, come istruire e far capire ai ragazzi ciò che vuole da loro”.

Frank Menechino ha giocato in MLB per sette stagioni, dal 1999 al 2005, con le divise di Oakland Athletics e Toronto Blue Jays. “Ho giocato per sette anni nelle leghe minori, prima di farcela. Sono stato promosso, poi sono tornato giù, quindi di nuovo su. Ho giocato nei playoff. Ho attraversato qualsiasi cosa e questo mi ha decisamente aiutato perché adesso posso capire le situazioni di quasi tutti i giocatori. Quando si tratta di relazionarsi con i giocatori e di avere a che fare con ciò con cui loro combattono giornalmente, tu devi sapere come comportarti e come aiutarli. La mia esperienza come giocatore professionista mi ha aiutato a diventare l’allenatore che sono oggi”.

Sia Frank Catalanotto che Frank Menechino hanno ricevuto riconoscimenti dalle proprie città. Nel 2011 Catalanotto è stato inserito nella Suffolk Sports Hall of Fame e nello stesso anno Menechino è entrato in quella di Staten Island.

 di Roberto Angotti