Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Pat Venditte nella Hall of Fame della Creighton University

Mercoledì 25 marzo Pat Venditte, lanciatore ambidestro della nazionale italiana, è stato eletto a far parte della Hall of Fame della Creighton University Athletics. Il 34enne nativo di Omaha (Nebraska), prima di iniziare la sua carriera da professionista, è stato protagonista di una soddisfacente carriera a livello collegiale, dal 2005 al 2008, con Creighton University, riuscendo a fissare record in singola stagione per quanto riguarda PGL (1.88) e numero di presenze sul monte di lancio (38). Nel 2007 è stato nominato come MVP della Missouri Valley Conference e grazie alle sue prestazioni in pedana ha giocato un ruolo importante nella conquista del primo titolo di Conference per gli Athletics. In quella stagione Venditte ha tirato 43.2 riprese consecutive senza concedere punti e guadagnato il titolo di giocatore della settimana da parte della rivista Collegiate Baseball.

Pat Venditte ha chiuso la sua esperienza al college con una media PGL di 2.86 in 248.1 riprese lanciate e con i suoi 255 strikeout si trova al sesto posto della classifica di tutti i tempi della Creigthon University. Le sue prestazioni hanno attirato le attenzioni degli New York Yankees. Venditte, infatti, è stato selezionato dalla squadra newyorchese in due occasioni: nel 2007 (al 45esimo giro) e nel 2008 (al 20esimo giro). Ha effettuato il suo debutto in MLB nel 2015 con gli Oakland Athletics, arrivando a disputare un totale di 58 partite vestendo le divise di Toronto Blue Jays, Seattle Mariners, Los Angeles Dodgers e San Francisco Giants.

Pat Sr e Pat Venditte JrDurante questo inverno Pat Venditte è stato protagonista di un interessamento da parte dei Miami Marlins i quali, tramite Mel Stottlemyre, pitching coach della squadra di Don Mattingly, si sono rivolti a Pat Venditte Sr. per constatare lo stato di forma del lanciatore. “Pat continua a lavorare su tutti gli aspetti del gioco”, ha raccontato Venditte Sr. “Lavora a Peoria, Illinois, nella struttura chiamata ‘The Yard’ a lui dedicata e che è uno dei migliori centri degli Stati Uniti d’America. I suoi allenamenti comprendono corsa, sollevamento pesi, battuta, long toss e bullpen con entrambe le braccia. Inoltre ha aggiunto un paio di nuovi lanci al suo repertorio”. I Miami Marlins lo hanno firmato con un contratto di minor league lo scorso 6 gennaio.

È una possibilità che, quando la stagione 2020 avrà finalmente inizio, nel primo mese di stagione i roster passeranno da 26 a 29 giocatori. Questo cambiamento aiuterà le squadre ad alleggerire il carico di lavoro dei lanciatori, vista la possibilità di frequenti doppi incontri giornalieri diventata ormai una costante durante i primi mesi di stagione. Anche se è stato reso noto che da quest’anno per le squadre il tetto massimo a roster sarà di 13 lanciatori, non è ancora del tutto certo in questo momento se la MLB aggiungerà misure più restringenti per quanto riguarda il numero di lanciatori. Se la MLB dovesse permettere alle squadre di aggiungere più posti per i lanciatori, l’ambidestro Pat Venditte potrebbe avere una possibilità in più di far parte della rosa dei Miami Marlins per l’Opening Day.

di Roberto Angotti