Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italia Baseball U12 anemica: vince la Repubblica Ceca

Era necessaria una partita di carattere, perchè si sapeva che la Repubblica Ceca sarebbe entrata in campo col coltello fra i denti dopo la sconfitta maturata in casa all’Europeo. A Tainan, i cechi giocano un’ottima partita, impeccabile sul piano tecnico e attitudinale, mentre l’Italia subisce fin dall’inizio senza trovare il guizzo della svolta. Finisce 8-1 una partita da dimenticare.

Il primo inning rappresenta già un momento cruciale del match. Filippo Sabatini, partente per gli azzurri, arriva in base su errore del terza base ceco, ma al secondo tentativo di pickoff del partente Michal Cajz viene eliminato. I cechi salgono di tono e vanificano il singolo di Mazzanti, eliminando Di Persia su un pop fra gli interni. L’attacco comincia con pazienza e trova i punti giusti del campo. Max Prejda apre con un singolo e avanza su base rubata e rimbalzante a destra, poi Cajz sblocca il risultato con un lento singolo al centro. La situazione si complica dopo aver colpito El Ghannamova. Con due eliminati, Martinek batte una rimbalzante verso l’interbase che la difesa azzurra non riesce a trasformare in un out e il corridore, partito dalla seconda base, completa il giro per il secondo punto ceco.

L’Italia è costretta ad inseguire e non riesce a sbloccarsi in attacco nonostante un paio di opportunità. Nella terza ripresa, gli azzurri hanno due corridori in base e un out, ma due out forzati (uno in seconda e uno in terza) spengono le fiamme. Alla occasione sprecata, i cechi ne approfittano e allungano grazie al doppio di Cajz, che avanza su lancio pazzo e arriva a casa sulla bella presa di Pavarani all’esterno centro che si tramuta in una volata di sacrificio per Filip Hedl.

La trama è identica nel quarto inning, ma questa volta la difesa ceca si supera con le prese in tuffo del prima base sulla linea di Di Persia e del terza base sulla rimbalzante di Ruggeri che cancella i due corridori in base (nati dal singolo di Baltieri e la base su ball a Baldisserri). Nell’attacco successivo, l’Italia accusa il colpo e sul doppio di Peroutka e il singolo di Prejda, ai danni del neo-entrato Riccardo Mazzanti, le lunghezze diventano 4.

La frustrazione aumenta per gli azzurrini che non costruiscono nel quinto inning e cedono nella parte bassa della ripresa. Il doppio di El Ghannamova e una base su ball apparecchiano la tavola per un punto sulla rimbalzante verso il seconda base. Dopo un’altra base su ball, Lucciano Munoz, appena entrato sul monte di lancio al posto di Mazzanti, incappa in un balk ed è 6-0. Con altre due valide, la Repubblica Ceca completa la fuga. Timido il sussulto dell’Italia, guidato da due valide e dall’arrivo a casa  di Mazzanti sul tentativo fallito di rubata di Di Persia.

Evitato lo shutout, ma non la sconfitta senza appello per 8-1. Un risultato che lascia un fiume di rimpianti perchè nel recente passato la squadra ha dimostrato di saper approcciare una partita con un atteggiamento più grintoso e di giocare un baseball assai migliore di quello mostrato contro la Repubblica Ceca. Purtroppo, però, le partite si vincono sul campo e questa volta i cechi sono stati superiori.

Ma ormai il capitolo è chiuso e si pensa a domani,. Il penultimo capitolo mondiale sarà contro il Sudafrica (ore 10 locali, ore 4 in Italia, in diretta streaming sul canale YouTube della WBSC) con l'obiettivo di ritrovare la via della vittoria e restare nell'orbita della nona posizione finale.

TABELLINO

da Tainan (Taiwan), Kevin Senatore

TUTTO SUL MONDIALE U12 

PHOTOGALLERY