Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Buonissima la prima: all’Italia bastano sette riprese per vincere la sfida della Germania

L’Italia cavalca il vento, picchia 5 fuoricampo e vince 11-1 in 7 inning nella partita del Super 6 contro la Germania, che inaugura l’intera manifestazione. In una prestazione corale, che dopo metà partita diventa irresistibile, sugli scudi vanno Luis Lugo, solido lanciatore partente di una gara insidiosa, e Chris Colabello, leader sul campo e in battuta, autore di una prestazione completa da incorniciare: 3 su 4 nel box, 2 punti segnati e 5 battuti a casa, impreziositi da una rubata della terza base che ha aperto la strada al primo punto e da una difesa impeccabile della prima base.

Con tutta la potenzialità del roster azzurro a disposizione, Gerali inaugura il Super 6 con un lineup profondo che vede Drew Maggi in prima posizione, Vaglio al sesto posto, con Mineo settimo e il ‘secondo leadoff’ Koutsoyanopulos a chiudere.

Luis Lugo, partente e vincente contro la Germania al Super 6 2018 (K73 Oldmanagency)

C’è Luis Lugo sul monte, il quale riceve subito in apertura una bella protezione dalla sua difesa, quando, dopo le basi per ball consecutive a Jahn e Boldt, con 1 fuori, il terzo strike ai danni di Guehring offre a Mineo la possibilità di ‘fulminare’ in terza il corridore più avanzato sul tentativo di rubata, atteso dal guanto proteso di Liddi.

Il partente tedesco Daniel Thieben esce dal primo inning con pochi lanci, ma, dopo una seconda fase offensiva che vede Ahrens arrivare in terza base, l’attacco azzurro prende le misure e Colabello, autore in apertura di un singolo a destra, arriva a segnare il primo punto dopo la base a Mazzanti, un lancio pazzo, e la valida lungo il foul di sinistra di Alessandro Vaglio. Dopo lo strikeout di Mineo arriva il primo cambio sul monte tedesco: Lukas Steinlein entra e chiude la ripresa con la volata di Zileri.

Lugo entra definitivamente in partita, macinando out, mentre l’attacco azzurro, nel quale è entrato Garcia al posto di Mazzanti nel ruolo di battitore designato, va ancora a segno nella terza ripresa grazie alla mazza di Chris Colabello, il quale, dopo i 2 strikeout subiti da 

Koutsoyanopulos e Maggi, il singolo di Nico Garbella, la base a Liddi e due violenti giri a vuoto, attende con pazienza il lancio giusto e tocca verso l’esterno destro il secondo singolo della sua gara, battendo a casa il 3-0 per i suoi. Anche Garcia batte valido, provocando l’ingresso sul monte tedesco di Enorbel Marquez, che riempie le basi con 4 ball a Vaglio, ma ottiene poi l’out importante di Mineo.

Nel quarto i tedeschi fanno ancora ricorso al bull pen, inserendo Hughes, che esce dalla ripresa facendo battere in alto sia Garbella che Liddi e ottiene un bel doppio gioco dai suoi compagni nel quinto, dopo che, con il doppio in apertura di Ahrens, avevano costruito il punto grazie al bunt di sacrificio di Jimenez e alla volata di Emcke, per il 3-1.

Il sesto inning vede però le mazze azzurre prendere decisamente le misure e, cavalcando il vento teso che spira sul campo dei Pioneers, esplodono una serie di fuoricampo che fa schizzare avanti la squadra di Gerali: Zileri inaugura la fase offensiva con un solo-homer contro il tabellone segnapunti, Koutsoyanopulos tocca verso la terza e ottiene un singolo interno, che Drew Maggi trasforma in punto con un fuoricampo al centro, che vale il 6-1; non è finita: Garbella e Liddi battono entrambi la palla oltre la recinzione del centro campo, il primo contro Hughes, il secondo contro il quarto rilievo tedesco Dickman, e fissano il parziale 8-1.

C’è una batteria nuova per l’Italia nel settimo, con la coppia campione d’Italia in maglia UnipolSai Bologna Filippo Crepaldi-Beau Maggi, che hanno però solo il tempo di ottenere 3 out, visto che il settimo attacco azzurro è quello decisivo: con 2 out, Garbella è colpito, Liddi ottiene la sua seconda base per ball, quindi, dopo l’ingresso sul monte di Ehmcke, Chris Colabello spara il secondo lancio sulla collinetta alle spalle degli esterni, è il quinto fuoricampo dell’Italia e vale i 3 punti che mettono fine anticipatamente alla partita sull’11 a 1.

Domani, secondo impegno mattutino contro il Belgio, capace di sconfiggere 2 volte la Spagna nelle amichevoli pre-Super 6.

IL TABELLINO

da Hoofddorp (Paesi Bassi), Marco Landi