Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Il manager azzurro Stefano Burato prima dell'inizio della finale europea U12 (2f-Oldman)

Stefano Burato, fresco campione d'Europa con l'Italia U12: "E' motivo di orgoglio aver concluso il lavoro così come speravamo"

A mente fredda, è forse ancor più bello ripensare alla vittoria dell'Europeo U12 di baseball e descrivere le sensazioni che si provano a raggiungere un traguardo del genere con una squadra di ragazzi così giovani: "E' bellissimo" attacca il manager azzurro Stefano Burato sulla via del ritorno in Italia "E' una gioia Il manager Burato con parte del suo staff durante il momento più delicato della finale con la Francia (2f-Oldman)indescrivibile stare sul tetto d'Europa anche perché ti dà la consapevolezza di aver fatto un lavoro col gruppo convinti di arrivare qui preparati e esserci riusciti concludendo nella maniera che speravamo. Questo è il motivo di maggiore orgoglio e soddisfazione".

Ripercorrendo la settimana di Utrecht, la sfida con la Repubblica Ceca è stata quella della svolta, quella dove l'Italia ha dimostrato di avere carattere, di saper stare in partita e saper soffrire: "Effettivamente è stata la partita più bella e la forza di questo gruppo è stata quella di non mollare mai, di non sentire tanto la pressione. Sembravano giocatori più maturi della loro età: proprio in varie occasioni io li vedevo ridere in campo anche se eravamo sotto, giocare sereni, giocare per il piacere di farlo, dando un segno di maturità in campo".

Una maturità che è venuta fuori anche nel corso della finale con la Francia in quel delicato 2° inning dove gli azzurri, avanti 2-1, si sono trovati in difesa con le basi cariche ed un solo eliminato: "Siamo stati bravi a non perdere la concentrazione ed abbiamo chiuso con 2 eliminazioni della difesa. Però non li vedevo tesi ma concentrati secondo il nostro hastag 'rimaniamo concentrati'. non erano nel panico".

La guida tecnica azzurra, dopo averlo già fatto alla vigilia dell'Europeo, sottolinea l'importanza di essere tornati a disputare la massima manifestazione continentale: "Quando rimani fuori da una competizione per molto tempo e non ti confronti con quelle che sono le squadre alla tua portata è difficile capire come stai lavorando. Essere tornati qui e giocare con quelle che tra virgolette sono le superpotenze storiche come l'Olanda e quelle emergenti come la Germania e la Repubblica Ceca è stato molto importante e ci ha fatto capire dove siamo: mi pare che gli allenatori italiani stiano facendo un buon lavoro con questi ragazzi".

In un Europeo dove non sono mancate le sorprese, dalla Francia in finale, all'Olanda solamente quinta, non possono mancare le considerazioni sul livello delle avversarie trovate ad Utrecht: "Sono stato deluso dall'Olanda che mi Lo staff tecnico dell'Italia U12 con le medaglie: Licciardi, Burato, Rosa Colombo, Conti e Bortolotti (2f-Oldman)aspettavo più solida e più compatta ed invece si è sciolta un paio di volte sotto pressione, al contrario nostro. La Germania è stata come la pensavo, invece chi mi ha impressionato positivamente è la Repubblica Ceca il cui gap, anno dopo anno, si sta riducendo e vuol dire che stanno lavorando bene, anche perché lavorano con degli atleti. Ecco forse hanno ancora qualche gap tecnico che però compensano con l'atletismo".

La vittoria del titolo non deve però essere un punto di arrivo per il movimento del batti e corri italiano, ma un punto di partenza per continuare l'ottimo lavoro svolto fino a qui: "Abbiamo già impostato il lavoro per l'anno prossimo, c'è già una Nazionale Sperimentale che viene avanti e fatta da ragazzi del 2006 grazie al progetto e al lavoro dei tecnici di Italia Team. Voglio ricordare infatti che in questo gruppo noi siamo i condottieri ma dietro c'è un lavoro di scouting e tryout dei tecnici di Italia Team che ci hanno aiutato anche nella preparazione".

In chiusura i ringraziamenti del manager azzurro: "Voglio ringraziare, al di là del mio staff che come detto più volte è meraviglioso, il dottore, la fisioterapista, il capo delegazione e anche i dipendenti delle Federazione che ci hanno supportato in questa avventura e il Presidente ed il Consiglio Federale che hanno riposto la loro fiducia in me e nel mio staff".

di Fabio Ferrini

L’Italia conquista la vetta dell’Europa U12: campioni!

LA PHOTOGALLERY DELLA FINALE FRANCIA-ITALIA

LA PHOTOGALLERY DELLA PRIMA FASE DELL'EUROPEO U12

IL VIDEO DELL'ULTIMO OUT DELLA PARTITA

IL VIDEO DELLA PREMAZIONE DELL'ITALIA

RISULTATI, CLASSIFICHE E STATISTICHE