Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La Francia sorprende gli azzurri all’esordio

L’Italia U15 comincia il suo Europeo dove l’ha concluso, vittoriosamente, la Under12 appena qualche ora prima.

È infatti con la Francia il primo impegno degli azzurri di De Franceschi al Duckstadium di Wiener Neustadt, ma il finale non è quello atteso: i transalpini infatti sorprendono l’Italia con un big inning a inizio gara e rispondendo poi colpo su colpo alle rimonte dei nostri. I francesi battono di più (10 a 6 le valide) e, pur commettendo 4 errori contro la perfetta difesa azzurra, riescono a portare a casa un 8-7 tutto sommato meritato.

L’avvio è già di quelli che possono far tremare i polsi: i francesi sono squadra di casa e il primo attacco azzurro finisce in un attimo, con 3 su, 3 giù del lanciatore Khemache; i galletti, invece, approfittano con pazienza della partenza ‘fredda’ di Capellano e, fra valide (3), colpiti (2) e basi per ball (1) volano sul 4 a 0 prima dei primi 3 out, costringendo De Franceschi al cambio sul monte.

Entra Artitzu, il quale chiude immediatamente la ripresa e poi, dopo un secondo inning non facile, che porta comunque in fondo subendo 2 singoli, ma non punti, con corridori in seconda e terza, elimina in sequenza i 6 battitori del terzo e quarto attacco avversario.

Gli azzurri, intanto, prendono le misure ai lanci di Khemache, prMarco Artitzu al alncio contro la Francia (ML Oldman)ima, e di Renaudin, poi, segnando 3 punti al primo fra secondo e terzo inning e 3 al secondo nella quarta ripresa, nel corso della quale costruiscono aggancio, pareggio e vantaggio con grande determinazione e qualche eccesso d’entusiasmo, raccogliendo da ogni opportunità che il campo mette a disposizione: prima 3 singoli in sequenza, con Ricci, Artitzu e Infante, che è è anche il primo out, sorpreso fra prima e seconda dopo la sua valida, ma consente a Ricci di segnare il pareggio, poi una palla mancata a basi piene che fa pestare il piatto ad Artitzu, per il primo vantaggio azzurro della gara, quindi, dopo la base a Canuti, il doppio di Adorni e la volata di sacrificio di Di Monte portano il 4-6.

Ma dura poco: la Francia restituisce il favore con 3 segnature nella parte bassa del quinto, con la sequenza di 2 singoli e 1 doppio, di Meurant, che rimette le squadre in parità sul 6-6, poi il triplo di Chateigner costringe nuovamente l’Italia ad inseguire.

Gli azzurri affrontano a testa bassa il sesto e i lanci del minuto Coste, ma nonostante il singolo in apertura di Artitzu, i 2 errori della difesa francese, il balk del lanciatore avversario, alla difesa francese, che gioca appena dietro il monte, dopo il punto del 7-7 siglato da Artitzu, gira veramente tutto giusto, con il risultato che Infante è out a casa base sulla battuta all’interbase di Adorni e la secca battutaFederico Ricci ha chiuso a 2 su 3 con 1 doppio contro la Francia (ML Oldman) di Lombardi, che avrebbe molto probabilmente significato il vantaggio in condizioni normali, è invece preda del terza base Polit, che, con una gran bella giocata in prima, scongiura il pericolo.

I francesi riescono a mettere di nuovo la testa avanti nel sesto, quando, dopo la base a Taleb, Artitzu cede il posto a Giulianelli, contro il quale eseguono il bunt di sacrificio prima che Foucaud infili il doppio a destra dell’8-7.

Ancora infield in per i transalpini nel settimo, ultima opportunità per l’Italia di mettere di nuovo in discussione il risultato e la tattica paga ancora: nonostante il doppio di Ricci e il colpito di Infante, nel guanto e col pregevole guizzo dell’interbase Taleb terminano la battuta di Canuti e le speranze azzurre.

Il prossimo appuntamento, già molto importante per la Nazionale U15 è martedì 18, alle 10, contro la Spagna, che si è intanto liberata in 4 inning, con 19 punti a 0, della pratica Lituania.

Anche le altre due partite della giornata, quelle del girone A, si sono concluse senza nessuna sorpresa, entrambe per manifesta superiorità, con la Repubblica Ceca che si è sbarazzata per 17-3 in 5 riprese della Polonia e l'Olanda che in serata, dopo la cerimonia d'apertura sul campo principale, ha sconfitto sonoramente i padroni di casa dell'Austria per 16-1 in 4.

IL TABELLINO

RISULTATI, CLASSIFICHE E STATISTICHE

PHOTOGALLERY

da Wiener Neustadt, Austria, Marco Landi