Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Gli azzurrini U12 al campo di Utrecht alla vigilia dell'Europeo (2f-Oldman)

Italia U12 pronta per l'Europeo: "Sono soddisfatto della preparazione. Puntiamo a vincere"

Archiviato il MondialHit dove sono state fatte le ultime scelte, l’Italia U12 è giunta in Olanda, ad Utrecht, dove da domani, lunedì 10 luglio, partirà la sua avventura nell’Europeo di categoria. Un cammino iniziato alcuni mesi fa e passato attraverso un’intensa opera di scouting e poi di preparazione, come sottolinea il manager azzurro Stefano Burato parlando di come si sia giunti alla formazione di questo gruppo di 19 atleti che affronterà la massima competizione europea: “Nonostante si sia partiti un po’ in ritardo per una serie di eventi, siamo riusciti a ‘scouttare’ 297 ragazzi attraverso un intenso lavoro di tryout dove lo staff tecnico si è diviso i Lo staff tecnico dell'Italia U12: da sinistra Marco Bortolotti, Simona Conti, Stefano Burato, Ivano Licciardi e Alessandro Rosa Comlombo (2f-Oldman)compiti ed è stato ben supportato dallo staff di Team Italia. Siamo poi riusciti a effettuare una preparazione molto buona facendo tutto ciò che avevamo programmato”.
La guida tecnica azzurra entra nello specifico: “E’ stato molto importante il lavoro svolto a Godo dove ci siamo misurati con delle squadre che ci hanno permesso di capire le caratteristiche dei ragazzi e di collocarli in campo. Poi il MondialHit ha alzato il livello della competizione con Team Italia e la Sperimentale e nel contempo abbiamo potuto svolgere allenamenti di squadra mirati. Posso dire che siamo molto soddisfatti della preparazione”.

L’Italia torna a partecipare ad un Europeo Under 12 oltre un decennio dopo l’ultima volta e a 4 anni di distanza dall’ultimo impegno ufficiale di questa Nazionale al Mondiale 2013 di Taiwan: “E’ molto importante tornare ad un Europeo perché ci dà la possibilità sia di capire dove è arrivato il nostro movimento e sia quanto si siano sviluppati gli altri nel continente. Sono curioso di vedere come andrà nelle partite con Repubblica Ceca, Germania e Olanda che penso siano le nostre avversarie più temibili”.

Scontato ma importante parlare degli obiettivi con cui l’Italia si presenta a questo Europeo: “L’obiettivo è quello di vincere” attacca in maniera convinta Burato “Ho uno staff che è il meglio che c’è in Italia, credo che abbiamo selezionato i migliori bambini in Italia e siamo consapevoli della forza tecnica che abbiamo. Per questo possiamo puntare a vincere, almeno che non ci siano sorprese tecniche che, mancando da molto in Europa, non possiamo conoscere”.

Un’ultima considerazione sul calendario che aspetta gli azzurrini impegnati con una partita al giorno, con in mezzo anche una giornata di ripUn momento del primo allenamento dell'Italia ad Utrecht (2f-Oldman)oso, per tutta la settimana: “Mi piace il calendario perché arriviamo alla partita più importante con la Repubblica Ceca all’ultimo giorno dei gironi quando saremo più rodati e probabilmente ci giocheremo il primo posto del girone che vuol dire la finale per il titolo, non essendo previste le semifinali. Non credo nemmeno che l’ultima partita dei gruppi anche se più impegnativa ci possa togliere energie per un’eventuale finale il giorno dopo. Alla fine sono solo 5 partite in una settimana e la preparazione per arrivare qui è stata ben più intensa con di 12 gare e diversi allenamenti mirati, quindi non credo arriveremo stanchi alla fine. Dobbiamo solo essere bravi a mantenere alto il livello di concentrazione per tutta la settimana, che forse è la sfida più importante con i ragazzi di questa età”.

La delegazione azzurra, che come detto si trova già in Olanda, è guidata dal Team Manager e Consigliere Federale Marco Mannucci, mentre lo staff tecnico è formato dal manager Stefano Burato, il pitching coach Alessandro Rosa Colombo, i coach Marco Bortolotti, Simona Conti e Ivano Licciardi. Lo staff sanitario è composto dal medico Carmine Picece e la fisioterapista Cristina Minneci.
Il cammino dell’Italia parte lunedì 10 luglio alle 12 contro la Polonia, prosegue martedì 11 contro l’Ucraina, giovedì 13 con la Russia e venerdì 14 con la Repubblica Ceca, per l’ultima partita del girone di qualificazione. Sabato 15 luglio le prime classificate dei 2 gironi si sfideranno per il titolo continentale alle 16.30, mentre la gara per la medaglia di bronzo, tra le seconde classificate dei raggruppamenti, sarà l’antipasto alla finalissima.

da Utrecht (Olanda), Fabio Ferrini

IL CALENDARIO COMPLETO DELL'EUROPEO U12