Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Il presidente del CONI Malagò con Fabbricini, Mornati, Marcon e il nuovo ct azzurro Gerali (2f-Oldman)

Gerali: "La responsabilità è grande ed il nostro obiettivo è Tokyo 2020"

La Sala delle Fiaccole al primo piano del Palazzo H del CONI è il punto di partenza dell'avventura di Gilberto 'Gibo' Gerali alla guida della Nazionale Baseball. Il presidente del CONI Giovanni Malagò, il Segretario Generale Roberto Fabbricini e il Vice Segretario nonché Responsabile della Preparazione Olimpica Carlo L'incontro nella sala delle Fiaccole di Palazzo H con il presidente del CONI Malagò (2f-Oldman)Mornati, hanno accolto la nuova guida tecnica azzurra accompagnata dal presidente FIBS Andrea Marcon, dai vice Fabrizio De Robbio e Gigi Mignola e dal Segretario Generale Giampiero Curti. Nell'augurare il consueto in bocca al lupo per il nuovo ruolo, con il sorriso sulle labbra, il massimo dirigente dello sport italiano ha caricato le spalle di Gerali di un obiettivo importante: "Con ogni mezzo devi riuscire a portare questa Nazionale alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e il CONI vi sarà di fianco in questo cammino".
La prima giornata da manager dell'Italia per Gerali è quindi proseguita con la conferenza stampa in diretta sulla pagina Facebook della FIBS: "Non mi aspettavo questa nomina però un po' ci speravo, nel senso che dopo una lunga carriera come assistente di Marco (Mazzieri, ndr), sapendo che lui avrebbe lasciato, una speranza ce l'avevo. Sono molto contento che il presidente Marcon mi abbia scelto e devo ringraziare lui ed il suo staff ed il Parma che mi lascerà questa possibilità. Sono onorato perché è l'ambizione di tutti arrivare a questo traguardo e penso che sia il coronamento di una carriera iniziata a 8 anni". Un incarico che da una parte è un piacere e dall'altra una responsabilità: "La responsabilità è grande innanzitutto per sostituire Marco ed il grande lavoro che ha fatto negli anni con professionalità. Poi, come ha detto Malagò Gerali durante l'intervista in diretta sulla pagina Facebook della FIBSnell'incontro di questa mattina, il nostro obiettivo è Tokyo 2020 e già da domani inizierà il nostro cammino che sarà lungo e presenterà difficoltà". Poi uno sguardo allo staff: "Per ora è parziale perché manca la figura del bench coach sulla quale stiamo lavorando. E' uno staff di grandissimo livello con la conferma di alcuni tasselli come Bill Holmberg pitching coach, Augusto Medina coach di terza e Alberto D'Auria coach di prima. Ci sarà l'ingresso importante e voluto da tutti di Claudio Liverziani come hitting coach, oltre alle conferme di Gianni Natale e Massimo Baldi (preparatore atletico e fisioterapista, ndr) che sono pedine fondamentali per il nostro movimento". Stimoltato dalle domande dei giornalisti giunte all'ufficio stampa, Gerali fa un quadro del lavoro che lo aspetta e le vie da percorrere: "Dovremo essere bravi a pianificare tutto il lavoro da qui al 2019, cercando di inseire le risorse più giovani e farle crescere tenendo d'occhio quei giocatori di maggiore esperienza che ci serviranno per le competizioni del 2019. Sarà un lavoro a doppia mandata. In un primo momento si lavorerà più sulla fascia di età dai 18 ai 23 anni e cercherò di fare più raduni possibili per vederli costantemente e controllare la loro crescita. Abbiamo già una lista di una quarantina di nomi in questa prospettiva. A questi nomi, gioco forza, dovremo inserire aiuti d'oltreoceano per farli continuare a crescere, auiti mirati in ruoli mirati per costruire un cammino insieme".

L'INTERVISTA COMPLETA SU FACEBOOK

Gilberto Gerali è il nuovo manager della Nazionale Baseball

di Fabio Ferrini