Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Il Giappone vince in rimonta

da Tokyo, Riccardo Schiroli

"Mi hanno sempre insegnato che il baseball è uno sport di centimetri, questa sera ho capito cosa intendono".
La delusione sul volto di Loek Van Mil è quella di tutti i componenti della selezione All Euro, che ha perso (4-3) una partita condotta dall'inizio all'ottavo contro i Samurai Japan e che la nazionale pro nipponica ha ribaltato proprio con 3 valide contro il lanciatore olandese, tutte effettivamente a centimetri dal guanto dei difensori.
Sotto di un punto, per l'Europa non c'è stato spazio per recuperare. O meglio: per un attimo l'illusione del pareggio c'è stata, ma la volata di De Caster è finita nel guanto dell'esterno destro. E' stato l'ultimo acuto di una interpretazione che resta splendida.

All Euro e Samurai Japan sono in campo nelle formazioni annunciate. Tra gli italiani, l'unico position player ad accomodarsi in panchina è Chiarini, al quale viene preferito lo spagnolo Martinez. Al momento dell'esecuzione degli Inni gli organizzatori sfoderano un colpo di classe, ricordando che l'Inno alla Gioia (dalla nona sinfonia di Beethoven) era stato scelto nel 1972 come Inno d'Europa, ben prima di divenire l'Inno dell'Unione Europea.
Si gioca in una splendida atmosfera (il dato ufficiale dice 21.267 paganti) e la partita è diretta da 4 arbitri della CPBL (Chinese Professional Baseball League), la lega pro di Taiwan.

Benchè il partente giapponese Oshera sfoderi una dritta da 91 miglia orarie e la lanci prevalentemente alle ginocchia, il prima base olandese dell'Europa Curt Smith colpisce fin dal primo tentativo. Chiuderà la partita con 3 valide.
Cordemans dall'altra parte impressiona meno (84 miglia all'ora) ma, come sue costume, ha un controllo chirurgico.
Al secondo l'Europa passa in vantaggio. L'esterno sinistro Sams spara un doppio e avanza sulla valida interna del designato De Caster, altro olandese. L'interbase della Spagna Angulo batte in diamante e sull'azione il Giappone ottiene (seconda-prima) il doppio gioco. Questo non impedisce a Sams di Martinez a segno per l'Europa (AP)segnare.
Al terzo Alessandro Maestri rileva Cordemans. L'ultimo out del suo primo inning in pedana lo ottiene Vaglio al volo con un numero dei suoi, che lo porta a finire praticamente in mezzo al pubblico.

Al quarto l'Europa allunga contro il sottomarino Makita. Con Smith (valida) e Martinez (colpito) in base e 2 out, Angulo alza una volata lunghissima, sulla quale l'esterno centro Yuhei arriva, senza però riuscire a trattenere la palla nel guanto. Sia Smith che Martinez segnano.
Al cambio campo Yuhei si riscatta parzialmente, spedendo un gran doppio contro la recinzione a sinistra. Il seconda base Yamada lo imita e il primo punto giapponese è confezionato.
Le 2 difese assistono splendidamente i lanciatori. Per l'Europa si mette in luce Escalona con 2 ottime riprese, mentre il giovanissimo Fujinami impressiona sul monte giapponese con pillole da 97 miglia orarie e Matayoshi mostra un cutter degno di Mariano Rivera. Si arriva così all'ottavo.

Il terza base dei Samurai Matsuda (AP)Quando all'Europa mancano solo 6 out per una memorabile vittoria, il Giappone ribalta la situazione. Shairon Martis litiga con il controllo e concede 4 ball all'interbase Sakamoto. L'esterno sinistro Nakata spaventa l'Europa con un missile che varrebbe un fuoricampo chilometrico, se solo non finisse in foul e poi guadagna la base a sua volta. Janssen ha visto abbastanza e chiama dal bull pen Van Mil, l'olandese che ha giocato nel 2014 proprio in Giappone per i Rakuten Golden Eagles. Il designato Tsutsugoh picchia duro verso il cuscino di terza. Infante si tuffa ma non ci arriva, Sakamoto segna e Nakata arriva in terza. L'Europa avanza gli interni e la rimbalzante del terza base Matsuda supera di centimetri Vaglio, vanamente proteso in tuffo, spingendo a casa il pareggio. Yuhei colpisce una rimbalzante che va ancora una volta oltre il tuffo di Vaglio e vale il punto della vittoria.
Naturalmente c'è l'ultimo brivido. Contro Nishino, De Caster spara una volata altissima a destra, che Maru coglie al volo con le spalle appoggiate alla recinzione. E' solo il primo out del nono attacco degli All Euro, ma segna comunque la resa della squadra di Janssen.

EUROPA 0 1 0 2 0 0 0 0 0 = 3 (BV 7, E 0)
GIAPPONE 0 0 0 1 0 0 0 3 = 4 (BV 8, E 0)

EUROPA 3B Infante (0 su 4); 2B Vaglio (0 su 4); 1B Smith (3 su 4); ED Martinez (1 su 4); ES Sams (1 su 4); DH De Caster (1 su 4); INT Angulo (1 su 4); RIC Dashenko (0 su 3; Boekhoudt 0 su 1); EC Desimoni (0 su 3)

LANCIATORI Cordemans rl 2, so 1, bb 2, bv 1, pg 0; Maestri rl 3, so 0, bb 1, bv 4, pg 1; Escalona rl 2, so 1, bb 1, bv 0, pg 0; Martis rl 0, so 0, bb 2, bv 0, pg 2; Van Mil (p.) rl 1, so 2, bb 0, bv 3, pg 2

GIAPPONE ED Yawagita (0 su 3; Kobayashi 0 su 2); 2B Kichuchi (0 su 4); INT Sakamoto (2 su 3); ES Nakata (0 su 3); DH Tsutsugoh (1 su 4; Okashima); 3B Matsuda (2 su 4); EC Yuhei (2 su 4); 1B Yamada (1 su 3); RIC Shima (0 su 1; Aizawa 0 su 1; ED Maru 0 su 1)

LANCIATORI Ohsera rl 3, so 2, bb 0, bv 3, pg 1; Makita rl 2, so 0, bb 0, bv 2, pg 2; Fujinami rl 2, so 3, bb 0, bv 2, pg 0; Matayoshi (v.) rl 1, so 1, bb 0, bv 0, pg 0; Nishino (s.) rl 1, so 1, bb 0, bv 0, pg 0

La seconda partita si gioca alle 10 italiane di mercoledì 11 marzo. La trasmette in diretta Eurosport 2, anche in streaming via internet su www.eurosportplayer.it. I lanciatori partenti saranno Diegomar Markwell per l'Europa e Takahiro Matsuba per il Giappone.

Nella foto di copertina (Kyodo) la valida decisiva di Yuhei