Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Si è aperta la Umpire Convention

da Parma, Riccardo Schiroli

Si è aperta all'Hotel Parma e Congressi la undicesima edizione della Umpire Convention. Risultano iscritti 200 ufficiali di gara.

All'avvio dei lavori, Marco Screti (trattenendo a stento l'emozione) ha informato i presenti che la Convention non si sarebbe aperta con l'Inno di Mameli, come accaduto nelle precedenti edizioni, ma con un video in memoria di Patrizia Martini (dipendente FIBS) e Gabriele Sacchi (collega arbitro) recentemente scomparsi. Il video, che è stato salutato da un lungo applauso degli arbitri di baseball e softball riuniti in seduta comune, è disponibile su FIBSCNA Channel, il canale YouTube del Comitato Nazionale Arbitri (CNA).

GUARDA IL VIDEO

Il Segretario Generale FIBS Giampiero Curti, che ha condotto il CNA come Commissario fino allo scorso autunno, ha passato la mano al Presidente Pierfranco Leone con queste parole: "Mi piace molto la definizione che vi siete dati di terza squadra. Questo nuovo CNA giustamente si propone di proseguire l'opera di allargamento della base. La filosofia deve restare quella di affrontare e gestire gli eventuali problemi, non ignorarli".
Curti ha portato il saluto del Presidente FIBS Riccardo Fraccari.

Sullo stesso tono è stato il saluto del Presidente della FIBS Emilia Romagna Gigi Mignola: "Io ho un Pierfranco Leone (CB-Oldman)rapporto soddisfacente e franco con la vostra Delegazione Regionale".

Era presente anche il Consigliere Federale Beppe Guilizzoni, che ha confidato di "sentirsi a suo agio" in mezzo a 200 arbitri.

Pierfranco Leone ha presentato i relatori, tra i quali la manager della nazionale di softball Marina Centrone.

IL PROGRAMMA

Era molto atteso l'intervento di Silvano Filippi, che ha esposto il Codice Etico degli arbitri: "Un passo avanti verso la garanzia di professionalità e una forma di tutela per gli arbitri".
Il Codice stabilisce regole di comportamento ed eventuali violazioni portano a conseguenze (dal semplice richiamo, alla sospensione, fino alla pena pecuniaria).
I comportamenti puniti saranno: ritardi nell'arrivo alle partite, ritardi nell'invio dei referti, disordine dell'uniforme, rinuncia non giustificata alla designazione, inosservanza delle indicazioni del CNA, pubbliche dichiarazioni non autorizzate (anche via social network), reazioni o danneggiamenti, direzione di gare di tornei non autorizzati dalla FIBS.

Silvano Filippi (CB-Oldman)La competenza per la valutazione di eventuali violazioni spetta al Presidente del CNA. Nel caso di mancanze gravi (che comportino più di un mese di sospensione) la pena però dovrà essere comminata da una Commissione di 3 membri, individuati tra coloro che compongono il Direttivo o gli Organi Direttivi CNA.
Il diritto a segnalare violazioni spetta a tutti, tesserati o non tesserati. L'obbligo agli altri arbitri designati o ai Commissari arbitrali.
L'arbitro imputato di una violazione avrà comunque il diritto al contraddittorio e potrà inviare una memoria difensiva entro 5 giorni da quando gli è stata comunicata la violazione.
Anche le sanzioni potranno essere impugnate entro 15 giorni presso l'ufficio del Presidente FIBS. Questo tipo di ricorso comporta una tassa d'accesso di 50 euro.

Il Codice Etico è complementare allo Statuto e ai Regolamenti FIBS e la sua applicazione non incide sulle competenze della Procura Federale.

SILVANO FILIPPI ILLUSTRA IL CODICE ETICO (video)    IL CODICE ETICO

La foto di copertina è di Corrado Benedetti (Oldman Agency)