Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Negli Auguri del Presidente Fraccari la restituzione del sogno olimpico ai ragazzi e alle ragazze del baseball e del softball

Ai Presidenti delle Società affiliate
Ai Tecnici, agli Atleti, agli Ufficiali di Gara
Ai Comitati Regionali
Ai Dirigenti Federali
Agli appassionati del Baseball e del Softball italiani

Cari amici,

            un'altra stagione agonistica si è conclusa, un altro anno intenso e pieno di appuntamenti sta volgendo al termine e, come consuetudine, è tempo di bilanci.

Ancora una volta, in questo 2014, così come nel 2013, abbiamo dovuto purtroppo fare i conti con le note difficoltà che ormai da qualche anno accompagnano la vita di tutti i giorni e quindi anche lo sport italiano, però, nonostante tutto e malgrado qualche rinuncia nelle fasi finali, abbiamo portato a termine tutte le nostre attività ed i nostri campionati.

Come non dire quindi grazie a tutte quelle Società che, come sempre e ancora una volta, hanno dato prova di essere la base portante di tutto il nostro movimento, affrontando con determinazione l’intera stagione agonistica.

L’anno scorso, nel fare gli auguri scrivevo: “Dovremo ritornare a regole certe, dobbiamo continuare ad alzare l'asticella tecnica dei nostri campionati affinché il nostro movimento continui ad essere sempre più competitivo, non solo in Europa ma nel mondo…”; ebbene il Consiglio Federale, nei mesi scorsi, ha cominciato a rivisitare tutta la normativa della Federazione, proprio per evitare quanto accaduto in passato e per dettare quelle regole certe che anche il movimento ha chiesto.

Con grande soddisfazione abbiamo costatato l’iscrizione ai campionati di quasi tutte le società aventi diritto e, dove ci sono state rinunce, c’erano almeno altrettante domande di ripescaggio. Tutto ciò induce un po’ più di ottimismo rispetto allo scorso anno e, anche se la crisi economica non è ancora passata, il nostro movimento ha dimostrato di saper superare anche questo momento difficile.

Ovviamente ciò ha permesso di pubblicare i calendari 2015 già dal mese di dicembre, consentendo così alle società di potersi organizzare e poter anche pianificare con largo anticipo le proprie trasferte e conseguentemente di poter risparmiare, soprattutto per coloro che debbono prenotare voli aerei.

Nel mese di ottobre sono stati convocati gli Stati Generali del baseball e del softball, che hanno coinvolto non solo il CF, ma anche tutte le componenti della Federazione e le strutture periferiche. L’obiettivo era quello di fare un’analisi tutti assieme, a metà di questo mandato, per stabilire cosa occorreva migliorare nei prossimi anni.

Durante i due giorni di lavoro molti sono stati i temi affrontatati ed è stato definito il ruolo determinante e fondamentale dei Comitati Regionali, vera cerniera tra il CF e le Società, sottolineando il loro ruolo chiave per quanto riguarda la promozione. Sono state fatte diverse riunioni nelle varie regioni per ascoltare più direttamente le esigenze dei Club e per condividere i programmi di lavoro dei prossimi anni. Nei primi mesi dell’anno continueremo con le rimanenti regioni.

Uno dei temi maggiormente dibattuti è stato quello dell'attività giovanile e della sua organizzazione, sono state definite nuove formule per le finali nazionali e sono state analizzate possibili variazioni alla struttura dei campionati che, se approvate, andranno in vigore ovviamente dal 2016 per dare tempo a tutte le Società di poter pianificare la loro attività.

Una riflessione particolare riguarda l'attuale organizzazione del Torneo delle Regioni e il MondialHit che rappresentano certamente i due più grandi eventi nazionali riservati alle categorie giovanili. Considerato il continuo aumento delle squadre partecipanti e l'importanza sempre maggiore che queste due manifestazioni vanno assumendo, il Consiglio Federale ha ritenuto necessario rivederne l'intera impostazione, anche in considerazione della difficoltà sempre maggiore di trovare organizzatori locali in grado di ospitarle. È stato pertanto deciso un coinvolgimento maggiore degli Organi federali centrali e la necessità di un maggior supporto economico.

Molto positivo, a un anno dal lancio, è stato il risultato dell'Accademia Regionale del Piemonte e per questo il CF ha deciso di finanziarne l'attività anche per il prossimo anno. Occorre ancora andare avanti su questa strada e, compatibilmente con le risorse disponibili, dobbiamo istituirne delle nuove in altre regioni.

Questo lavoro, assieme al lavoro dell'Accademia Nazionale di Tirrenia, porterà certamente ad una crescita tecnica dei nostri atleti e delle nostre atlete.

Si è intensificato inoltre il lavoro fatto dagli staff delle Nazionali di softball con una presenza sempre maggiore a livello periferico.

Un altro grande passo avanti è stato fatto in relazione all'impiantistica sia di baseball che di softball. A cominciare dagli impianti dell’Acquacetosa, dove, a fronte di un notevole impegno economico del CONI, è stato possibile ristrutturare completamente entrambe le strutture, con il rifacimento totale dei manti erbosi, l'imbottitura delle recinzioni, l'installazione di un grande tabellone elettronico nel campo di baseball ed uno nel campo di softball e la messa norma delle tribune per gli spettatori. Questo è il frutto del lavorio serio e continuo e della credibilità e della stima di cui gode la nostra Federazione in seno al Comitato Olimpico.

Altrettanto velocemente stanno proseguendo le relazioni con il Comune di Milano per un prossimo affidamento alla FIBS, e quindi alle società lombarde, di tutto il complesso del Kennedy. Anche qui l'Amministrazione Comunale ha destinato cospicue risorse per il rifacimento delle strutture.

Un'ulteriore grande notizia positiva viene dal sud dove, grazie anche ai continui rapporti con il Sindaco e con l’Assessore allo Sport di Palermo, l'Amministrazione ha stanziato importanti risorse per la risistemazione totale dello stadio di baseball che certamente, una volta ultimato, tornerà ad essere uno dei più bei diamanti d'Italia.

In via di definizione e di assegnazione è anche l'impianto di Opicina, che era stato dismesso già da molto tempo e non più nella disponibilità delle squadre del territorio.

Questi risultati sono il coronamento di un continuo e forte impegno della Federazione verso le amministrazioni comunali a favore delle Società del territorio.

In campo internazionale abbiamo conseguito, ancora una volta, risultati importanti, innanzitutto confermando di essere una delle Federazioni Sportive Nazionali più attive, mettendo in campo Nazionali di baseball U15 e U21 e di softball Ragazze e Juniores, proseguendo un cammino di valorizzazione tecnica dei nostri atleti che ha avuto il suo culmine nella Nazionale di baseball che ha conquistato l’argento agli Europei e in quella di softball la quale, al Mondiale in Olanda, ha confermato i progressi di un progetto che sulle ragazze italiane si basa in via esclusiva.

Risultati che indissolubilmente passano dalla sinergia e dalla collaborazione con le Società, ‘macchine da guerra’ quando si tratta di organizzare eventi che fungono sia da momento indispensabile di preparazione per gli azzurri e le azzurre, sia da opportunità di promozione uniche sul territorio, penso al Torneo della Repubblica, all’All-Star Game, alle Italian Week di Baseball e di Softball, al ‘Massimo Romeo’, ma anche ai singoli raduni e tryout realizzati con il supporto di tanti appassionati dirigenti delle Società italiane, dei Tecnici, degli Ufficiali di Gara che del movimento sono le braccia, le gambe, le menti e i cuori.

Società italiane che si assumono piena responsabilità anche quando si tratta di organizzare manifestazioni a livello di Club, come le coppe europee di softball, o di portare a casa risultati, come il Rhibo La Loggia e la T&A San Marino, campioni continentali 2014.

Vorrei concludere con un messaggio di speranza per il nostro movimento. Come ormai tutti voi sapete il CIO, nella sessione straordinaria di Monaco, per rendere i Giochi Olimpici sempre più attraenti e sostenibili, ha approvato le 40 raccomandazioni contenute nell’Agenda 2020. Si è passati dal concetto di sport al concetto di evento determinando un tetto di circa 310 medaglie (eventi) e di circa 10.500 atleti partecipanti, ed è stata data inoltre la possibilità al Comitato Organizzatore di richiedere altre discipline.

La World Baseball Softball Confederation (WBSC) sta lavorando fortemente affinché già dal 2020 il baseball ed il softball siano riammessi nel programma olimpico anche se ovviamente altri sport stanno facendo altrettanto.

L’augurio più bello che possa fare per il 2015 è proprio questo: rivedere i nostri atleti e le nostre atlete impegnarsi per coronare un sogno interrotto nel 2008 

A nome del Consiglio federale e mio personale auguro a tutti voi ed ai vostri cari un sereno Natale e un Anno Nuovo colmo di cose belle.

Riccardo Fraccari
Presidente FIBS