Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Mazzieri a Iglesias per un aggiornamento dei tecnici sardi

con la collaborazione di Alberto Sechi

Sotto la direzione del manager della squadra nazionale di baseball Marco Mazzieri, indetto dal Comitato Regionale e dalla Delegazione dei Tecnici della Sardegna, si è svolto il 29 e 30 novembre scorsi a Iglesias il quarto Clinic regionale di aggiornamento tecnico pratico sui fondamentali del baseball e del softball. L’iniziativa formativa è stata voluta dal Vice Presidente federale Totoni Sanna in risposta alle diverse sollecitazioni di tecnici sardi.
“Siamo molto grati a Marco Mazzieri per questa sua disponibilità: è la prima volta in oltre quarant’anni di batti e corri nell’Isola" ha rammentato il Presidente della FIBS Sardegna Nicola Ribichesu "Che un allenatore della squadra azzurra calca il prato di un diamante sardo”.

Appaiono quindi comprensibili il grande interesse, l’aspettativa e la notevole partecipazione all' evento: ben 40 tra tecnici tesserati e aspiranti tecnici (questi ultimi in gran parte ex tesserati CNT o ex atleti che intendono riavvicinarsi all’attività tecnica) provenienti anche dalle località più lontane del nord Sardegna quali Olbia, Alghero.
Il corso è stato ospitato sul diamante dell’Iglesias Baseball. Come ha rimarcato l’Assessore comunale allo sport Simone Franceschi, nel saluto di benvenuto rivolto a Mazzieri e ai partecipanti al corso: “Questo stadio è una struttura unica in Sardegna, e grazie all’apporto e alla dedizione degli operatori locali possiamo pensare di valorizzarne il ruolo di servizio nei confronti del movimento sportivo dell’intera Isola”.

Il clima ancor mite della prolungata bella stagione sarda ha consentito ai corsisti di alternare attività d’aula alle attività in campo, incentrate in particolare sulle tematiche della battuta e della gestione della squadra. Le dimostrazioni di Mazzieri sono state supportate da un gruppo di giovani atleti, provenienti dalle società della Sardegna meridionale: Vibraf Domusnovas, Cagliari, Hinterland Quartu S.Elena, nonché le locali Villa Ecclesiae e Iglesias baseball. I dimostratori sono stati impegnati nell’esecuzione dei diversi esercizi di battuta, corsa sulle basi e situazioni di difesa per interni ed esterni.
Il tecnico Walter Angioy, manager del Cagliari Baseball, ha presentato ai colleghi la propria esperienza nell’ambito del progetto Verde Azzurro, fornendo dati puntuali sull’obiettivo ritardo tecnico del baseball e softball Marco Mazzieri parla a tecnici e dimostratoriisolani rispetto al resto del Paese. “Nell’Isola è necessario giocare molto di più" ha affermato Angioy "Ma, soprattutto, è indispensabile un radicale impegno perché tutti condividiamo un linguaggio tecnico innovativo e comune”.

I presenti si sono dimostrati particolarmente interessati a quanto Marco Mazzieri ha condiviso sul ruolo del batting coach e ancor più sugli aspetti mentali della battuta. “L’abilità da acquisire" ha affermato il manager ella nazionale" E' l’immaginazione: quel modo positivo di operare intellettivamente che può eliminare le energie contrastanti con l’intenzionalità di una buona prestazione, come l’ansia e la paura di non farcela".

Antonio Agus, psicologo ed osservatore privilegiato del lavoro del clinic, ha commentato: "Credo che si tratti di un punto di svolta per i metodi di allenamento in uso in Sardegna. Dal mare delle sfumature tecniche che hanno caratterizzato l’evoluzione del baseball" ha osservato Lello Agus, 40 anni fa primo tecnico e primo Presidente del Comitato Regionale FIBS" Marco Mazzieri fa emergere una nuova modalità, quella dei pensieri positivi, che favoriscano attraverso il recupero mnemonico di piacevolezze sensoriali una buona predisposizione a prestazioni coordinate e automatismi vincenti. E’ grazie alle rappresentazioni ideo motorie, immagini costruite con l’allenamento e poi recuperate in un insieme unico, che è possibile l’esecuzione automatica e veloce di un compito complesso”.

Ancor meglio che con l’esposizione teorica, Mazzieri è riuscito a suscitare veri momenti di vibrante emozione attraverso la visione delle immagini della nazionale Campione d'Europa 2012 in terra d’Olanda: “La nostra squadra è fatta di persone normali. Un nome per tutti: Mattia Reginato, battitore vincente nel momento decisivo. Si tratta di uno di noi, uno come noi" ha ricordato Mazzieri ai tecnici isolani, commentando l’ormai storico turno di battuta del giovane azzurro "Che è però capace di interpretare al meglio e rendere efficiente una preparazione fondata sulla volontà, l’impegno e l’autodisciplina”.

“Siamo certi, caro Marco" ha detto il Presidente del Comitato Nazionale Tecnici (CNT) Sardegna Tore Cherchi, rivolgendo a Mazzieri, alla conclusione del clinic, un caloroso ringraziamento a nome di tutti i partecipanti e del Comitato Regionale "Che la tua presenza in Sardegna non sia episodica, ma costituisca solo la prima tappa di un nuovo percorso di crescita tecnica e di un rinnovato impegno delle strutture federali per lo sviluppo delle aree periferiche del nostro movimento.”