Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

21U Baseball World Cup: il Messico prima si e ci illude, poi perde contro la Repubblica Ceca

da Taichung (Taiwan), Michele Gallerani

Come nel 2013 al World Baseball Classic. Il Messico determina le sorti dell’Italia. Questa volta, però, in negativo e non in positivo. Se nel marzo dello scorso anni gli azzurri di Mazzieri stettero un pomeriggio incollati alla tv per assistere alla sconfitta del Messico contro il Canada, che diede la qualificazione aritmetica, senza dover giocare l’ultima partita, questa volta la squadra di Guglielmo Trinci ha sofferto davanti al play by play, telefonini alla mano, fino all’ultima ripresa. Il Messico, in vantaggio dopo otto inning 7-5, non è riuscito a portare a casa la vittoria, subendo ben 7 punti nella parte alta dell’ultima ripresa, per poi segnarne altri tre, ma inutili.

La Repubblica Ceca sconfigge dunque il Messico 12-9 e questa volta la partita persa dai biancoverdi è all’Italia che, arrivando con lo stesso numero di vittorie e sconfitte di Nuova Zelanda e Repubblica Ceca, è estromessa per aver perso lo scontro diretto con i boemi.

Romaneva, dopo la partita tra cechi e messicani, la possibilità per l’Italia di essere arbitro del proprio destino: vincendo contro i padroni di casa della Cina Taipei, all’Intercontinental Stadium di Taichung, come il 9 novembre del 2006 per conquistarsi il terzo posto.

Purtroppo, come raccontiamo in altra perte del sito, non è andata bene e l'Italia ha chiuso il girone al quarto posto, con passaggio del turno della Repubblica Ceca e la Nuova Zelanda, quinta, dopo essersi illusa, stando in vantaggio 1-0 fino al nono contro la Corea. Alla fine il maggiore tasso dei coreani è uscito e hanno vinto 4-1, relegando i neozelandesi al penultimo posto del girone, per effetto dello scontro diretto perso contro l'Italia.

Resta il fatto che, a un certo punto della giornata, gli azzurrini avevano cominciato a sperare. Quando i messicani, sotto 5-1 al terzo, con un paio di riprese di altissimo livello erano riusciti ad agganciare, prima, e superare poi, la Repubblica Ceca. Uno sforzo inutile, anche se il bull-penn corto dei cechi aveva continuato a tenere aperta la speranza, fino all’ultimo out in zona di foul, sulla terza base. A quel punto l’attenzione si è dovuta per forza focalizzare sull’Intercontinental Stadium.

IL TABELLINO DI MESSICO REPUBBLICA CECA

Nell'altro girone, classifica finale come da pronostico: Giappone primo, dopo aver sconfitto agevolemente  il Nicaragua 14-1. Nicaragua appunto secondo, Australia terza e, relegate al Consolation Round, Venezuela e Olanda il cui scontro diretto nell'ultima giornata è stato vinto 6-3 dai sudamericani.

TUTTI I RISULTATI

LE CLASSIFICHE

LE STATISTICHE

IL PROGRAMMA DEL SUPER ROUND ROBIN

IL PROGRAMMA DEL CONSOLATION ROUND