Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Under 21 Baseball, l'Italia non riesce a tenere il passo di Taiwan

da Taichung (Taiwan), Michele Gallerani

Finisce al settimo per “manifesta”, nonostante il carattere amichevole della sfida, l’incontro tra Italia e Taiwan. Quindici punti di divario, quindici valide di differenza, tra i padroni di casa (17) e gli azzurri (2: Grimaudo e Trinci): 15-0 il risultato finale.

Che la Nazione organizzatrice della prima edizione della 21U Baseball World Cup avesse una selezione di altissimo valore lo si poteva presupporre, tanto che Guglielmo Trinci, manager azzurro, intervistato dalla Tv di Taichung al termine della prima amichevole (ndr contro la squadra dell’Università, lunedì 3 novembre) aveva detto: “Taiwan è certamente una delle pretendenti al titolo. Lo dice la loro tradizione, lo dice il fatto che giochino in casa”. Ora le ipotesi dimostrano la loro veridicità è danno la dimensione di una squadra, quella di Taiwan, veramente solida in ogni reparto, capace di colpire duro su ogni tipo di lancio (dritto o a effetto che sia, veloce o lento) e che ha un line-up veramente senza buchi di forza, oltre che una difesa molto precisa.

L’Italia, dal canto suo, ha dato l’impressione di giocare sotto il proprio miglior livello, forse anche bruciata da un secondo inning veramente duro da digerire: 8 valide e 7 punti.
La formazione titolare degli azzurri non si discostata molto da quella della prima amichevole contro la squadra dell’Università. Qualche variazione nell’ordine di battuta, ma gli stessi nove uomini: Mirco Caradonna, esterno destro, Freddy Miguel Noguera interbase, Alberto Mineo ricevitore (sostituito da Mario Trinci), Federico Celli esterno destro, Giovanni Garbella battitore designato, Alessandro Grimaudo prima base (Alessandro Deotto), Mattia Mercuri seconda base (Luca Pulzetti), Sebastiano Poma esterno centro, Davide Benetti terza base (Leonardo Colagrossi). In pedana due riprese per Milvio Andreozzi (partente), tre per Paolo Taschini e due per Diego Fabiani, il più giovane del gruppo. Risparmiato, sebbene nel programma dello staff vi fossero due riprese anche per lui, Enrico Varin, visto che i taiwanesi hanno comunicato solo nel corso della settima ripresa che si sarebbe interrotto il match per manifesta inferiorità.

La sconfitta non cambia i piani degli allenatori azzurri, che proseguono nel proprio programma di avvicinamento al mondiale. Mercoledì 5 novembre terza e ultima amichevole: di nuovo in campo, alle 12.00 (le 5.00 del mattino in Italia) contro l’Università di Taichung.

SCARICA IL PROGRAMMA DELLE AMICHEVOLI

SCARICA IL PROGRAMMA DEL MONDIALE

IL MEDIA GUIDE AZZURRO

Nella foto di copertina, il pitching coach, Rolando Cretis, attorniato dagli interni durante una visita sul monte (MG/Oldmanagency)