Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Sport Movies & TV: un premio prestigioso per il documentario 'Glorioso, Perché il Baseball'

di Marco Landi

Certi campioni non finiscono mai. A Sport Movies & TV, evento finale  del World FICTS Challenge 2013, vero e proprio Mondiale dell’immagine sportiva su schermo organizzato dalla Federazione Internazionale del Cinema e della Televisione Sportiva, che apre il 4 dicembre a Milano, Giulio Glorioso riceve un ennesimo riconoscimento alla sua irripetibile carriera.

Lo fa in modo indiretto, celato dietro la cortina di riservatezza che ha scelto in questi anni: ad essere premiato, infatti, nella giornata conclusiva dell’8 dicembre è Glorioso, Perché il Baseball, un documentario di Andrea Rusich a lui e alla sua storia intitolato.

La FICTS è riconosciuta dal CIO e la manifestazione, che coinvolge 113 paesi e 14 festival in 5 continenti, è la più importante del settore a livello mondiale e proprio nel capoluogo lombardo, fra Palazzo dei Giureconsulti e Palazzo della Regione Lombardia, dal 4 all’8 dicembre, passeranno sugli schermi 150 proiezioni, suddivise in diverse categorie competitive. Sono 92 le emittenti televisive collegate e oltre 1000 quelle iscritte al concorso.

La manifestazione presenta un programma estremamente nutrito, non solo di film, ma anche di eventi collaterali, quali mostre, convegni e cerimonie, e la presenza di autorità e personalità quali Maria Grazia Cucinotta, Francesca Neri, il Dottor House Hugh Laurie, il presidente del CONI Giovanni Malagò, Manuela Di Centa e buona parte del gotha internazionale dello sport.

Il marchio della Nomination ufficiale Sport Movies & TV (FICTS)Il film di Rusich, in realtà, dal nome di Glorioso, quale atleta più rappresentativo della sua generazione e ben oltre questa, prende spunto per allargare il campo sulle origini della disciplina e lo sviluppo della sua struttura. Il documentario dura 16 minuti ed è una sorta di prologo a un lavoro più complesso e approfondito sul batti-e-corri italiano che l’autore sta progettando, illustra gli inizi di questo sport in Italia raccontati dai protagonisti dell’epoca. Da Giulio Glorioso, appunto, a Romano Lachi, da Roberto Bianchi a Giorgio Castelli, da Ruggero Bagialemani all’ex-CT Giampiero Faraone, da ‘Toro’ Rinaldi al Presidente federale ed ex-arbitro Riccardo Fraccari alle giovani promesse, uniti nella sfrenata passione verso la nostra disciplina. Il tutto raccontato durante una surreale trasmissione radiofonica notturna e i quesiti che il dj conduttore, in realtà il giornalista Alessandro Capponi, si pone.

Prodotto nel 2009 da Safado Film, UISP Roma, AMI in collaborazione con la FIBS e il determinante Giulio Glorioso in azzurro (FIBS)supporto dell’Ufficio Sport del Comune di Roma, sulla scia della Coppa del Mondo di baseball, e tenuto nel cassetto fino a quest’anno in attesa dell’occasione giusta per presentarlo, il film ha in Paolo Masini, attuale Assessore ai lavori pubblici e all’epoca Consigliere del Comune di Roma, un papà appassionato e determinato: sarà lui a consegnare ad Andrea Rusich il premio che la giuria assegnerà al cortometraggio sul palco dell’Auditorium del Pirellone.

Glorioso, Perché il Baseball, infatti, la cui proiezione pubblica al festival è in programma nella Sala Colonne del Palazzo dei Giureconsulti alle ore 15 di giovedì 5 dicembre, presente l’autore, ha già superato 2 selezioni della giuria, ottenendo prima lo status di selected, poi la nomination, ed è quindi certo che durante la cerimonia di premiazione, l’8 dicembre, riceverà un riconoscimento ufficiale per la categoria Documentary/Grandi Campioni.

TUTTO SU SPORT MOVIES & TV

Nato a Roma nel 1972, Andrea Rusich è un autore e regista. Tra le vari esperienze professionali è stato:
Sceneggiatore del lungometraggio ‘L’estremo’. Co-produzione internazionale in fase di pre produzione. Trattamento che si è aggiudicato il riconoscimento da parte del Ministero della Cultura ed ha ricevuto il sostegno da parte dello stesso MIBAC allo sviluppo della sceneggiatura. Loups Garoux produzioni.
Regista del documentario. ‘Una notte a Primavalle’. Con Giampaolo Mattei, Walter Veltroni e Gianni Alemanno. Documentario presentato alla Casa del Cinema il 16 aprile 2010.
Regista del documentario su Ettore De Conciliis. Pittore e artista.
Autore e regista del documentario CUT ‘ferite’: un viaggio nei centri di orientamento del lavoro e nella crisi.
Co-autore del testo teatrale ‘Il Pigiama, ovvero solo gli stupidi vanno veloci’ di Daniele Prato. Con Francesco Montanari.
- Todi Arte Festival 2009
- LET (Liberi Esperimenti Teatrali) 2010
- Piccolo Eliseo
Autore dello spot promozionale della campagna promozionale della CGIL ‘Io Vedo Che’
Autore e regista del documentario (in fase di post-produzione) sulla vita di Petroselli, Sindaco di Roma.
Secondo classificato nella categoria Best Video ‘Mash Up’ nella rassegna di corti organizzati durante il Festival del cinema di Roma.
Autore e regista dello spettacolo teatrale ‘L’attore, per la rassegna “Villa Celimontana Jazz-Teatropen’.