Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

18U BWC: l'Italia volta pagina e batte l'Australia di forza ed esperienza

da Taichung (Taiwan), Marco Landi

Nel terzo giorno della XXVI Coppa del Mondo 18U, l’Italia cambia marcia e riserva all’Australia il primo dispiacere, sconfiggendo i verdi per 7-4, e soprattutto mettendo in campo una dimostrazione di determinazione e solidità impressionanti. Subito avanti, gli azzurri sono raggiunti sul 3-3 a metà partita, poi, con la coppia Gradali-Anselmi sul monte e una difesa che non fallisce nei momenti chiave (e a volte entusiasma), approfittano di ogni difficoltà degli avversari, maturando e mantenendo alla fine un vantaggio pienamente meritato contro una squadra che batte di più (8-11 le valide), ma sbaglia molto (6 errori).

Davide Anselmi si è accreditato della prima salvezza contro l'Australia (ML oldmanagency)Dopo che Gradali ha accolto il lineup australiano raccogliendo 2 strikeout con i primi 6 lanci, l’Italia preme subito sull’acceleratore anche in attacco, con Gasparini che piazza un doppio lungolinea al secondo lancio di Collins; Fabbri è al piatto, ma sulla rimbalzante di Garbella, l’interbase azzurro arriva in terza, pronto a segnare l’1-0 con il singolo di Celli. Anche Giordani batte valido, subito seguito da Bocchi, che batte a casa Celli; quindi, sulla battuta di Valera, Shepherd sceglie di assistere in seconda, lo fa male, e il 3-0 arriva con Giordani.

La reazione dei ragazzi da down-under arriva al quarto: Bullingham e Shepherd aprono l’attacco con 2 tripli in successione, seguiti da Dale, con il singolo che vale il 3-2. Anche Warburton tocca valido al primo lancio e Dale corre in terza per l’errore di Valera, quindi il singolo di Kennelly rimette la partita in parità. Holmberg ne va a parlare con il suo partente, che ritrova immediatamente controllo e freddezza, mette a sedere Timberlake, con corridori in seconda e terza, supera un altro momento di difficoltà nel quinto, con 2 singoli e un lancio pazzo che arrivano dopo 2 strikeout, e chiude affrontando 3 uomini nel sesto, con la cerniera Gasparini-Fabbri-Calasso alle sue spalle, che gli regala il primo doppio gioco perfetto della giornata come commiato.

Al quinto attacco, l’Italia era passata a condurre sfoderando una pazienza e un’opportunismo da squadra Deotto e Poma si scambiano il 'cinque alto' a fine partita (ML Oldmanagency)esperta, e sono gli Australiani ad andare in crisi: dopo lo strike out di Fabbri, Garbella ottiene la base per ball e arriva in seconda per un lancio pazzo su Celli, a sua volta omaggiato della prima base dal secondo lanciatore australiano Heppelston; Garbella prende molto vantaggio e Timberlake ci prova, ma il suo pickoff è fuori bersaglio e arriva fino all’esterno centro, dove un sorpreso Philibossian raccoglie e tira malissimo in diamante, con la conseguenza che Garbella può direttamente riportare gli azzurri in vantaggio. Ma non è tutto: anche per Giordani arrivano 4 ball, poi, sullo strikeout di Bocchi, l’esterno italiano parte per la seconda e, ancora, Timberlake rimane prima con la palla in mano, poi prova ad assistere in ritardo, quindi non ferma l’assistenza di ritorno e Celli sigla il 5-3, senza valide. Anche Giordani prova a correre verso il piatto, ma stavolta Timberlake lo attende a metà corsia, per farne il terzo out.

Come detto, dopo 6 riprese complete, nelle quali ha concesso 9 valide, con 2 punti guadagnati, 2 BB e 9 SO, e, soprattutto una prestazione di grande personalità, scende dal monte capitan Gradali, sostituito da Davide Anselmi; il rilievo attacca subito con molti lanci attorno alle 90 miglia, ma spesso imprecisi e, dopo un primo out veloce, arrivano le 3 basi per ball che consentono a Warburton di far segnare il quarto punto aussie, con una palla in diamante che Fabbri pasticcia, riscattandosi però subito dopo, con un perno perfetto nel doppio gioco aperto da Gasparini sulla battuta di Kennelly, per mettere fine all’attacco ospite.

Nella parte bassa della ripresa continua la pressione azzurra: Garbella tocca duro su Shepherd, che commette il sesto errore dei verdi nella partita, poi ruba durante il turno di Celli, il quale finisce al volo a sinistra, Giordani batte un singolo a destra (2 su 3) e, con corridori agli angoli, è la volta di McCluskey per salire sul monte; Giordani lo accoglie rubando la seconda, Bocchi aspetta 4 ball, quindi Lo Giudice, appena entrato al posto di Valera, picchia un doppio a destra che porta l’Italia sul 7-4.

Anselmi si ricompone subito, aggiusta il tiro, e l’ottavo attacco dell’Australia è 3 su, 3 giù.

Il nono è fremente, con il veloce out di Philibossian (gran presa di Garbella), seguito dal doppio di Bullingham e dal singolo di Shepherd (4 su 4) che manda il compagno in terza, ma Anselmi, quando combina velocità e precisione, non è cliente comodo: Dale è strikeout e Warburton, dopo di lui, alza un comodo pop che atterra innocuo nel guanto di Giordani e consegna all’Italia (e all’Europa tutta) la prima vittoria nel torneo.

In copertina, Gasparini tenta il tag in seconda (ML Oldmanagency)

IL TABELLINO     TUTTO SUL MONDIALE 18U