Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italia pronta per il playball nella 12U Baseball World Cup

da Taipei City (Taiwan), Fabio Ferrini

A poche ore dal playball della II 12U Baseball World Cup l'Italia, come le altre squadre partecipanti, ha presenziato alla conferenza stampa di presentazione dell'evento organizzata dal comitato locale presso il Taipei City Expo Hall. Più che una conferenza stampa una vera e propria presentazione di tutte le formazioni che saranno protagoniste della manifestazione, con l'esposizione del trofeo in palio.
Le squadre alla conferenza stampa di presentazione della manifestazioneAlla vigilia dell'esordio di giovedì 18 luglio alle 10 contro il Messico il manager azzurro Stefano Burato introduce il torneo: "Penso che questo tipo di esperienza sia molto importante per i ragazzi perché si rendono conto, tornando a casa dopo aver partecipato ad un evento del genere, di quale sia la dimensione del baseball nel mondo, sia a livello tecnico, sia organizzativo. E' un'apertura mentale".

Per il manager azzurro si tratta della seconda partecipazione alla massima manifestazione mondiale per la categoria: "E' sempre emozionante, incredibile, è difficile trovare le parole giuste. Quando ho saputo poi che si sarebbe svolto ancora una volta a Taiwan sono stato molto contento perché qui sanno dare risalto a questi eventi, dalla conferenza stampa di presentazione alla cerimonia di apertura. E' incredibile cosa riescono a costruire intorno alla manifestazione".

Di differente rispetto all'edizione 2011 c'è il modo in cui Stefano Burato ed il suo staff hanno potuto costruire passo dopo passo il gruppo di ragazzi che si confronteranno a Taipei City con le migliori squadre al mondo: "Due anni fa abbiamo fatto tutto di corsa perché sapemmo solo a metà maggio che avremmo partecipato ed entro la fine Le delegazioni delle squadre al technical meetingdi giugno dovemmo dare il roster definitivo. Alla fine preparammo tutto in poco più di un mese" poi prosegue "Questa volta invece abbiamo fatto tutto molto bene ed abbiamo avuto il tempo di lavorare. Partendo dalla base del progetto Verde Azzurro, per il quale voglio ringraziare tutti i coach che ne fanno parte per il gran lavoro capillare e di ricerca che fanno, abbiamo scelto 64 atleti che poi dopo tre raduni di selezione abbiamo portato a 18, i definitivi. E dopo abbiamo potuto fare altri due raduni di preparazione".
L'attenzione si sposta poi sull'obiettivo con il quale l'Italia arriva a questa 12U Baseball Wolrd Cup: "Accedere al secondo turno. Abbiamo visto qualche squadra allenarsi e il livello è cresciuto molto rispetto a due anni fa, noi faremo del nostro meglio con l'obiettivo di andare oltre la prima fase". L'ultima battuta è sulle favorite del torneo: "Non ho visto tutte le squadre quindi non è facile fare pronostici. Gli Stati Uniti possono contare su ragazzi molto prestanti fisicamente e a questo livello questo aspetto, oltre a quello tecnico, conta molto. Però anche Messico e Panama mi hanno impressionato, senza dimenticare i padroni di casa di Taiwan che atleticamente forse non varranno le squadre che ho appena citato, ma sono molto validi tecnicamente".

IL SITO DEDICATO ALLA MANIFESTAZIONE

RISULTATI, CLASSIFICHE E LIVE