Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La nazionale "Under 12" di baseball ha completato la preparazione per il Mondiale

La nazionale Under 12 (Maria Montoya-Maya Photo)La nazionale Under 12 di baseball ha concluso la preparazione al Mondiale di categoria (che inizia il 18 luglio a Taiwan) partecipando al 19esimo trofeo Nico&Matt, organizzato domenica 7 luglio dai Torre Pedrera Falcons sul campo di Rivabella di Rimini. Gli azzurrini si sono piazzati secondi, dietro il Rimini Riviera.

"E' un risultato molto soddisfacente" spiega il manager Stefano Burato. Il torneo era di categoria Allievi, quindi Under 14".
La scelta di impegnare la nazionale ad un livello alto è precisa: "Volevamo che i ragazzi giocassero contro squadre che hanno una presenza fisica superiore, in modo da entrare nel clima del Mondiale" aggiunge Burato.

In finale l'Italia Under 12 ha perso 8-7 una gara combattutissima contro il Rimini Riviera, risolta all'ultima ripresa dopo un'altalena di punteggio. Terzi si sono classificati i Dynos Verona. Poi, in ordine, Torre Pedrera Falcons e Junior Firenze.
Il padre di Nicola e Matteo (scomparsi tragicamente e ai quali è dedicato dal 2005 il Stefano Burato premia Nicolò Ioli (Maria Montoya-Maya Photo)torneo) Malvo Michelucci, patron della Italcar di Rimini, ha consegnato il defender al Rimini Riviera.
I premi individuali sono andati a Nicolò Ioli (Falcons-miglior lanciatore), Samuele Zucconi (Rimini-miglior battitore) e Matteo Moro (Dynos-MVP).

"Abbiamo fatto un buon lavoro" prosegue Stefano Burato "Con partite al mattino e lavoro tecnico al pomeriggio. Direi che ci siamo. Andiamo a Taiwan per consolidare l'ottavo posto dell'edizione precedente. Non sarà facile, visto che si gioca con regole diverse (è concessa la rubata, le distanze sono maggiori-n.d.r.) e da quest'anno la IBAF concede ai lanciatori l'uso della curva, che i nostri giocatori non conoscono. Poi per farlo dovremo accedere al secondo turno. Io sono fiducioso comunque, perchè abbiamo una bella squadra" conclude Burato "Oltretutto, mi soddisfa molto il lavoro di selezione e anche il fatto che, per la prima volta, non abbiamo un blocco, ma un gruppo che rappresenta tutta l'Italia".

La nazionale Under 12 partirà per Taiwan lunedì 15 luglio.