Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

MLB, primo fuoricampo in carriera per Mike Zunino

di Michele Gallerani

Sono bastate due partite e sette turni alla battuta a Michael Accorsi Zunino per realizzare il primo fuoricampo della carriera in MLB.
Mike Zunino spring training (getty_photo_marinersblog)Figlio d’arte, la sua storia di italiano d’America è stata raccontata da Riccardo Schiroli in questo articolo, Zunino – che in difesa gioca nel ruolo di catcher e che, come Alex Liddi, fa parte della franchigia dei Seattle Marines e quest’anno ha iniziato la stagione in Triplo A con la maglia dei Tacoma Rainiers (media .238 con 4 HR e 36 RBI), proprio insieme a Liddi – martedì 11 giugno era stato chiamato in Grande Lega per l’infortunio di Jesus Sucre. Mercoledì 12 giugno 2013 il debutto con la divisa dei Mariners nella sconfitta casalinga 6-1 contro gli Houston Astros, conclusa con un comunque soddisfacente 1 su 4 e buoni commenti della critica statunitense, rimasta impressionata dalle qualità di questo rookie 22enne; venerdì 14 giugno un’altra partita da titolare dietro il piatto, chiusa a 1 su 3 con il primo fuoricampo in carriera. Un solo-homer, battuto nella parte alta del settimo inning, contro Tommy Milone, che è valso il momentaneo 2-1 per i Mariners che poi sono andati a vincere, in casa degli Oakland A’s, 3-2. Guarda il video sul sito mlb.com. Uno dei primi a complimentarsi con Mike, ovviamente, è stato Alex Liddi, che era nel dug-out e che in questo momento è nel roster dei Mariners (6 apparizioni finora in stagione, con 1 valida su 15 turni alla battuta).

La bella giornata degli azzurri in Major League è proseguita con la ventiquattresima salvezza stagionale di Jason Grilli. Il closer dei Pittsburgh Pirates, che quest’anno viaggia a 0.91 di ERA e 46 K, “ha portato aItalia Oakland Grilli (Ezio Ratti/FIBS) casa” la vittoria 3-0 contro i Los Angeles Dodgers. Prima di “chiudere” con due K e facendo battere ad Hanley Ramirez un pop in zoan di foul, Grilli ha subito due valide, una delle quali uno straordinario bunt dell’altro azzurro Nick Punto. Il seconda base della nazionale italiana, che nelle ultime partite ha praticamente girato tutto il campo interno dei Dodgers, sta battendo a una media di .265 con 41 valide su 155 turni in 54 partite giocate.

Un’altra vittoria italiana è quella dei San Diego Padres di Chris Denorfia: 2-1 sugli Arizona D’Backs. Anche se per l’esterno della nazionale – che batte .282 in stagione con 57 su 202 in 60 partite giocate, 4 HR e 10 doppi - non c’è stato spazio nel line-up, ma solo in difesa nel nono inning.

Vittoria anche per Anthony Rizzo che, con i suoi Chicago Cubs, ha battuto 6-3 i NY Mets. Decisivo l’apporto del prima base che ha chiuso a 3 su 4 con un doppio e 2 punti segnati, proseguendo in una ottima stagione nella quale ha una media di .251 con 19 doppi, 3 doppi, 10 HR e 39 RBI.

Nel frattempo si è momentaneamente interrotta l’avventura in Grande Lega per Chris Colabello che, dopo 7 partite con 2 su 16 turni con i Minnesota Twins, è tornato a vestire la casacca dei Rochester Red Wings. Nella notte in cui Zunino ha ottenuto il primo fuoricampo in Major, per Chris è arrivato il tredicesimo stagionale in Triplo A, dove la media è di .369 con 76 valide su 206 turni, 20 doppi e anche 47 RBI. Una serata straordinaria per Colabello, i Red Wings (che hanno vinto 12-8 contro i Gwinnet Braves) e anche per Drew Butera, catcher di Rochester e della nazionale italiana all’ultimo WBC, che ha battuto il primo fuoricampo (da 3 punti) di una stagione che per ora lo ha visto in campo appena 2 volte con un totale di 10 turni alla battuta.

Sempre in Triplo A, con la casacca dei Syracuse Chiefs, ottima stagione anche per Mike Costanzo, che viaggia a .229, 27 RBI, 9 HR e 7 doppi, uno dei quali proprio nella serata di venerdì 15 giugno, conclusa a 1 su 4 e con la sconfitta della squadra 7-6 contro i Toledo Mudhens. Tornando ai Tacoma Rainiers, la squadra di Minor di Liddi e Zunino, c’è un altro azzurro nel roster: Brian Sweeney. La sua stagione ha veramente numeri interessanti: 3.96 di ERA con 7 vittorie, 1 sconfitta e 42 K.

In Doppio A si stanno giocando la stagione altri pitcher che erano nella rosa della nazionale al Classic: Tim Crabbe (Pensacola Blue Wahoos) ha una ERA di 3.52 con 2 vittorie e 6 sconfitte e 53 K; Marco Grifantini (Dunedin Blue Jays) ha giocato 15 partite e la sua ERA è di 4.65, ma ha un ruolino da 2 vinte 0 perse e 1 salvezza.