Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Gli Stati Uniti infliggono la prima sconfitta all'Italia

da Phoenix, Riccardo Schiroli

Gli Stati Uniti infliggono all'Italia la prima sconfitta (6-2) del World Baseball Classic, ma gli azzurri spaventano il Team USA per almeno metà partita. E' ottimo infatti l'inizio di partita della squadra di Mazzieri contro il partente de Ryan Vogelsong (San Francisco Giants), che prova ad aggredire le mazze italiane a suon di palle veloci, ma deve ben presto cambiare strategia e mischiare i lanci. Il line up italiano sarà meno efficace contro Affeldt e, in particolare, contro il giovane (classe 1986) Detweiler. Il lanciatore dei Washington Nationals concederà solo un singolo agli azzurri in 4 riprese.
In pedana di lancio Mazzieri ha utilizzato 8 lanciatori, che hanno fornito una prestazione complessivamente piuttosto buona, in particolare con il partente Panerati, che non ha concesso punti. Al quinto inning la svolta alla partita l'ha data uno dei tanti fuoriclasse del Team USA. Un fuoricampo a basi piene di David Wright contro Matt Torra ha dato agli americani un vantaggio per 6-2 che l'Italia non è più stata in grado di mettere in discussione.

Tom La Sorda a "Chase Field" (Ezio Ratti-FIBS)Ad infiammare il bel pubblico (19.300 spettatori) di "Chase Field" ci pensa la presenza dell'Ambasciatore del Baseball Tom La Sorda, l'unico allenatore ad aver vinto una medaglia d'oro olimpica per gli Stati Uniti. Quando entra in campo per la cerimonia del primo lancio, La Sorda viene accolto da una standing ovation.
L'Italia rimette subito tutti a sedere, però. Punto batte un singolo a sinistra e tocca la seconda sul singolo di Rizzo. Liddi batte sull'interbase, ma gli americani non riescono a chiudere il doppio gioco. Il lancio pazzo di Vogelsong con Costanzo in battuta vale il primo punto italiano. La lunga battuta al centro del designato di Mazzieri trova pronto ad una grande corsa a ritroso Adam Jones.
Con 2 out al secondo l'Italia confeziona un altro punto. Latorre batte un singolo al centro e corre fino a casa base sul prepotente doppio al centro di Granato, sul quale Jones non può davvero nulla.
Vogelsong cambia approccio con il passare delle riprese, lanciando meno palle veloci e usando di più il cambio. I risultati gli danno ragione: gli ultimi 4 out, tra terzo e quarto attacco italiano, sono tutti al piatto.

Contro Panerati gli americani soffrono. Il Team USA arriva in terza solo una volta (al primo con Rollins), maLuca Panerati in pedana (Ezio Ratti-FIBS) al caro prezzo di una battuta in doppio gioco.
Uscito il mancino del Bologna, al quarto arriva il primo punto americano. Braun batte un singolo contro Marco Grifantini e segna direttamente dalla prima sulla lunga volata del designato Mauer, che Avagnina arriva solo a sfiorare. Grifantini poi esce brillantemente dalla situazione, mettendo al piatto in sequenza Stanton (con la curva) e Hosmer (con il cambio).
La partita di Grifantini finisce dopo che il lanciatore del Parma concede 4 ball a Jones e viene toccato dal singolo a sinistra di Lucroy in apertura di quinto inning e sul monte sale Matt Torra. Il prospetto dei Cincinnati Reds riesce ad ottenere il primo out su una corta volata di Rollins al centro, poi viene colpito dal singolo di Phillips a destra che vale il pareggio americano e fa salire alto il grido "USA-USA" del pubblico. Con i corridori agli angoli, con il conto di un ball, Braun spaventa gli azzurri con una battuta terrificante (su una David Wright ha deciso la partita con un grande slam (Ezio Ratti-FIBS)veloce da 91 miglia) a sinistra, che però termina in foul. La star dei Brewers si avvita poi sul cambio di velocità ed è il secondo out al piatto. Torra riempie le basi con 4 ball a Mauer poi, dopo la visita del pitching coach Holmberg, va sul conto di un ball e 2 strike sul terza base dei New York Mets David Wright. Sul quarto lancio, il cambio di Torra resta alto e Wright lo trasforma in un fuoricampo a sinistra che ribalta il risultato a favore del Team USA, che ora conduce 6-2.

Granato apre il quinto con un singolo al centro che decreta la fine della partita di Vogelsong, ma l'attacco italiano non dà seguito. I rilievi Affeldt e Detweiler infilano 8 out consecutivi prima che (al settimo) gli azzurri riportino un corridore in base: Santora, pinch hitter per Granato, che ottiene 4 ball. Con 2 out all'ottavo, l'Italia torna a battere valido con Infante, entrato al posto di Liddi. Infante tocca la seconda su palla mancata, ma Costanzo è il terzo out al piatto.
Detweiler (con i suoi sinker da 92 miglia all'ora) continua a rivelarsi un osso duro per il line up italiano e la partita scivola veloce verso la fine.

IL TABELLINO     GLI HIGHLIGHTS    

L'Italia è comunque qualificata per la seconda fase, che si svolgerà a Miami a partire da martedì 12 marzo. A dare la certezza della qualificazione agli azzurri è stata la vittoria del Canada sul Messico. Gli azzurri hanno guardato la partita in albergo e noi abbiamo documentato i festeggiamenti.

IL VIDEO

Gli Stati Uniti giocheranno invece una partita decisiva contro il Canada alle 18 (ora italiana) di domenica 10 marzo.

 

28903
28903
28904
28904
28905
28905
28906
28906
28907
28907
28908
28908
28909
28909
28910
28910
28911
28911
28912
28912
28913
28913
28914
28914
28915
28915
28916
28916
28917
28917
28919
28919
28920
28920
28921
28921
28922
28922