Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Mondiale 15U: l'Italia si sblocca e sconfigge Hong Kong prima del limite

da Parral, Marco Landi

È un’Italia più concentrata in difesa e aggressiva in attacco quella che scende in campo contro Hong Kong nella seconda giornata della seconda fase del Mondiale 15U a Parral. Bastano 7 riprese per vincere 17-5, con 16 valide (contro 4) e 2 fuoricampo, ma rimane il neo dei 6 errori difensivi, questa volta concentrati, che costano praticamente tutti i punti subiti.

Fedrico Giordani ha battuto un lungo fuoricampo a sinistra (Oldmanagency)Ludovico Coveri subisce un singolo dal leadoff al primo inning, poi per il lineup orientale è a lungo notte fonda: un bel doppio gioco pone rimedio all’errore di Friggeri, sempre nella prima ripresa, e una doppia rubata pasticciata si trasforma in un doppio gioco azzurro  al terzo.

Nel box, l’Italia è letteralmente trasformata rispetto alle ultime uscite: Adorni, in base per ball, subito ruba la seconda, Gasparini batte valido, seguito da Cestarelli, che porta a casa il primo punto azzurro; la voglia di spingere costa l’eliminazione a casa base a Gasparini, ma Cestarelli arriva in terza e segna sulla volata di Massari, che è seguita dal gran fuoricampo a sinistra di Federico Giordani, per il 3-0.

Una grande rubata di Tanara è il punto italiano del secondo, chiuso dallo strikeout su Cestarelli che segnala all’arbitro il percorso della palla, a suo giudizio esterna, e la cosa gli costa l’espulsione, mentre dalla base ball e rubata di Friggeri arriva quello del terzo, con RBI di Carciotto, su valida.

Al posto di Cestarelli, in terza c’è Pomponi, il quale dà il via al doppio gioco che chiude l’attacco numero 4 di Hong Kong, poi l’Italia mette a segno un big inning da 8 punti che manda decisamente in crisi la difesa orientale: Adorni batte un doppio, Gasparini un triplo e Giorgio Massari un fuoricampo a destra che porta a casa base anche Pomponi; un brutto errore a basi piene dell’esterno sinistro Hui, appena entrato, lancia gli azzurri sul 13-0.

Il quinto attacco di Hong Kong si apre con il singolo di Wong e, dopo lo strikeout di Kwok, Nicolò Clemente entra al posto di Coveri; l’ingresso è contratto: base a Yip e lancio pazzo portano i corridori in seconda, poi la difesa ha il solo momento di sbandamento della gara: un possibile doppio gioco genera 2 punti e complessivamente arrivano 4 errori che consentono agli orientali di arrivare a casa base 5 volte.

Ma l’attacco tricolore non si ferma e ristabilisce le distanze: nel quinto 2 singoli di Friggeri e Carciotto, nel sesto un triplo di Gasparini e un singolo di Pomponi generano i punti del 17-5, sufficienti per mandare in archivio la gara al settimo, con 4 K di Clemente nelle ultime 2 riprese.

IL TABELLINO