Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italiani in America: Federico Castagnini sale in 'prima divisione' NCAA

La presenza di talenti italiani nel baseball americano cresce costantemente. Le opportunità non risiedono solo nel settore professionistico. Matteo D'Angelo, uno degli Accademisti del primo corso, ha appena concluso la sua carriera universitaria al Winthrop College (dove si è laureato in management internazionale). D'Angelo al momento si sta allenando all'Accademia di Tirrenia.
Dalla prossima stagione, cercherà un suo spazio nel baseball della NCAA Federico Castagnini.

Federico CastagniniVeronese, classe 1991, Castagnini ha iniziato la sua esperienza americana dopo il Mondiale Juniores 2008. Da Edmonton, si trasferì ad una High School in Colorado, per iniziare quella che poteva essere una esperienza di un anno nell'ambito di un programma di scambio. Federico ha poi proseguito la carriera scolastica, arrivando al diploma. La sua abilità come giocatore di baseball gli è valsa a quel punto una borsa di studio del Barton Community College nel Kansas. Poi è arrivata l'attesa chiamata di una Università il cui programma è definito di Prima Divisione: il Creighton College nel Nebraska. L'esperienza di Castagnini nella NCAA inizierà con la stagione 2013 agli ordini del manager Ed Servais e sullo stesso terreno di gioco ('Ameritrade Park' di Omaha) che ospita le College World Series.

"Abbiamo scelto Federico per la sua abilità in difesa" ci ha spiegato risponendo ad una e-mail Rob Smith, il responsabile del recruiting del Creighton College "Il nostro programma punta molto sulla difesa e le qualità di Federico gli permetteranno di essere una pedina importante del programma. E' un ottimo atleta e ha anche potenziale da sviluppare in battuta. E' il tipo di giocatore che cercavamo, anche per la sua attitudine al lavoro, che mi ha molto impressionato. Mi è rimasto anche impresso quanto questo ragazzo creda in sè, un'altra qualità che amo nei giocatori che scelgo. Sono convinto che ci darà molto".

I progressi di Federico Castagnini hanno portato la sua esperienza sulle pagine regionali del 'Corriere della Sera'.
Al quotidiano, il giocatore veronese ha spiegato il percorso che lo ha portato al Creighton College. Castagnini è negli Stati Uniti anche per ottenere la laurea in Business: "Il carico di lavoro è ragguardevole" ha commentato.
Federico ha dimostrato la sua determinazione con un altro commento: "Nostalgia? Non ho tempo di pensarci. Ho degli obbiettivi importanti da raggiungere".
Parlando dei suoi miti sportivi, ha poi citato Omar Vizquel, uno degli interpreti del suo stesso ruolo (interbase) migliori di sempre.

Tra non molto, l'esperienza americana potrebbe diventare il futuro del lanciatore Federico Celli (classe 1995), tesserato con il Rimini Riviera. Al primo anno di Accademia, Celli sta partecipando ad un Try Out dell'Accademia dei Philadelphia Phillies, che si concluderà il 7 febbraio a Santo Domingo.