Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Dopo l'istanza del Presidente del CONI Petrucci, il Ministero deroga sugli obblighi di frequenza a scuola per chi pratica sport agonistico

Il Presidente del CONI Gianni Petrucci ha informato tutte le Federazioni Sportive Nazionali che la sua istanza presentata al Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Onorevole Mariastella Gerlmini è stata accolta e quindi gli atleti di tutte le discipline potranno derogare al Decreto del Presidente della Repubblica numero 122 del 22 giugno 2009.

Il Decreto disponeva l'obbligo della frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale delle lezioni ai fini della validità dell'anno scolastico. La Circolare del Ministro riconosce la valenza educativa della pratica sportiva, che concorre alla crescita della personalità complessiva degli studenti.

Gli studenti che praticano sport a livello agonistico potranno quindi vedersi riconoscere la validità dell'anno scolastico anche senza frequentare i tre quarti delle lezioni. Naturalmente, sulla base della sussistenza di elementi valutativi congrui.

LA CIRCOLARE DEL MINISTRO