Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Conclusa la Coach Convention numero 26

di Marco Landi

Come sempre accade quando organizzazioni così impegnative giungono al termine, chi ne sopporta la responsabilità tira un sospiro di sollievo, ma si gode anche la soddisfazione del successo quando le cose sono andate bene. È certamente il caso della Coach Convention FIBS 2011 e di Giorgio Moretti, presidente del Comitato Nazionale Tecnici, che, insieme alla squadra di collaboratori che lo ha supportato, ha realizzato quest'anno un evento esemplare dal punto di vista organizzativo.

Marco mazzieri premiato alla Coach Convention per il titolo europeo 2010"Assolutamente vero" conferma Moretti "quando il lavoro è gratificato dalla partecipazione numerica e dalla soddisfazione dei presenti, fatica e stress si cancellano molto in fretta: oltre 400 partecipanti è un record per la stroia recente della Convention. Bologna non delude mai in questo senso e proporrò di inserire questa sede in modo ciclico, nella manifestazione. Voglio dire, rimarrà lo spirito itinerante, che è utilissimo per stimolare l'impegno e l'entusiasmo sul territorio, ma periodicamente, a cadenza regolare, vorrei ripercorrere situazioni consolidate, come questa, istituendo un'alternanza fra sedi storiche e sedi nuove."

In effetti, organizzativamente, tutto è filato perfettamente liscio, con la presenza anche di 16 espositori e alcuni in lista d'attesa, a riprova che l'evento è importante anche per le azioende che svolgono attività nel baseball e nel softball italiani.

E il contenuto non è certo stato da meno del contorno. "In una convention di livello eccelso" sottolinea il presidente del CNT "il baseball ha letteralmente brillato. Tutti i relatori, italiani e stranieri, hanno messo a disposizione del movimento idee ed esperienza, stimoli e spunti preziosi. Vorrei citarne, fra tutti, due. Mike Quade è il manager dei Chicago Cubs e qui ha dimostrato che non è certo arrivato in quella posizione per caso: la sconfinata energia che dimostra e che soprattutto riesce a trasmettere rimarrà per tantissimo tempo negli occhi di chi ha avuto l'opportunità di seguirlo. L'altro, al quale va il mio personale ringraziamento perché incarna la competenza e la grinta nel nostro lavoro è Marco Mazzieri: lui è l'emblema, rappresenta l'orgoglio dei tecnici italiani. Le sue parole sulla gestione e la creazione di un gruppo vincente hanno incantato una platea gremita. È anche grazie a lui che possiamo riscontrare oggi una grande sensibilità e senso d'appartenenza nei tecnici giovani."Mike Quade durante uno dei suoi interventi alla Coach Convention 2011

Il messaggio che questa Coach Convention numero 26 lascia è chiaro: "Come ha ricordato il presidente Fraccari, l'impegno dei tecnici è la chiave per la crescita e dalle loro capacità nasce tutto il resto. Consapevoli di ciò, stiamo lavorando assiduamente per adeguare il nostro Piano Formativo ai parametri richiesti per la certificazione della Scuola dello Sport del CONI, in modo che il programma del CNT rientri nel Quadro europeo di riferimento per le qualifiche professionali. Il futuro passa dalla qualità della formazione e non ci stancheremo di insistere su questa strada."