Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

MONDIALE JUNIOR: L'ITALIA HA INIZIATO IL CAMMINO DI AVVICINAMENTO

di Marco Landi

Mazzieri e Poma al Gala dei Diamanti 2009Con le due partite disputate a Tirrenia il 20 e il 27 maggio si intensifica il lavoro di preparazione della Nazionale Juniores di baseball in vista del Mondiale di categoria che si svolgerà in Canada dal 23 luglio al 1° agosto prossimi.
In realtà si tratta anche di un lavoro di costruzione della squadra, visto che diversi degli atleti laureatisi campioni d'Europa nel 2009 sono passati di categoria.

"Stiamo finalizzando e raccogliendo i frutti" spiega il manager azzurro Gianguido Poma "di tutto il lavoro iniziato 5/6 anni fa con il progetto Verde Azzurro. Quelli che all'inizio erano Ragazzi, poi Cadetti, costituiscono un gruppo che continuiamo a tenere sotto osservazione. È perciò oggi molto più semplice avere il controllo della situazione, grazie ad uno staff integrato che si scambia informazioni e lavora in grande sinergia: dalla Nazionale Cadetti, alla Under 21, alla squadra maggiore, manteniamo un intenso livello di comunicazione, con il polo centrale di coordinamento che è l'Accademia."
Ma la formazione che andrà a Thunder Bay non è ancora definita: "Attualmente stiamo rifinendo un gruppo dal quale usciranno i 40 del roster allargato che dovremo comunicare entro il 7 giugno all'ufficio anti-doping della IBAF (ci sarà poi tempo fino al 22 per eventuali modifiche, ndr). Di questo gruppo allargato fanno parte tutti i ragazzi sotto osservazione da tempo, ma il nostro impegno è anche quello di tenere un canale sempre aperto con i campionati e le realtà locali, in modo che eventuali altri atleti interessanti che possono emergere non sfuggano alla nostra attenzione."

Vista la contemporaneità del Mondiale Junior e dell'Europeo Senior, Bill Holmberg non potrà essere presente Bill Holmbergnell'Ontario, ma nella sua veste di Responsabile tecnico dell'Accademia federale è doppiamente coinvolto nel progetto: "Queste due partite, con il Livorno prima e poi fra i ragazzi, ci hanno permesso di vedere i giocatori impegnati in competizione. È stata proprio un'occasione perfetta per giocare, sia per i convocati, sia per gli accademisti, che siano poi scelti per la Nazionale Juniores oppure no. Le indicazioni che vengono dalla partita sono fondamentali, abbiamo per esempio potuto misurare i lanciatori sul campo: velocità, numero di strike, numero di ball... in modo da avere tutti i dati possibili per fare le scelte."

Il logo del Mondiale Juniores 2010È ovviamente presto per fare paragoni con il passato o dare una valutazione della squadra e dei singoli. "Una cosa è certa: la competizione sarà di altissimo livello" sottolinea Poma "come sempre in queste occasioni. Ci sono realtà che svolgono programmi molto intensi e possono contare su vivai impressionanti: è stato scritto durante l'ultimo Mondiale che almeno 3 delle squadre presenti potrebbero fare bene in IBL. In merito alla formazione, molte indicazioni verranno dal raduno di Collecchio (14-17 giugno, ndr), ma anche dalle partite, almeno due, che disputeremo successivamente. Anche noi abbiamo un programma forte, e lo stiamo portando avanti con coerenza, per altro raccogliendo già frutti evidenti in Europa a diversi livelli, quindi partiamo sicuramente per fare bella figura."

IL SITO UFFICIALE DI "THE WORLDS" - XXIV IBAF WORLD JUNIOR BASEBALL CHAMPIONSHIP