Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Il Galà dei Diamanti 2009 è stato il migliore di sempre

Da Parma, Maurizio Caldarelli

Il Gala dei diamanti, dal 2002, è la degna conclusione della stagione del baseball e del softball italiano. Sarà stato per il Mondiale Ibaf di settembre, ma l'edizione 2009 che si è consumata nella tarda mattina di martedì è stata la più partecipata di sempre. L'Auditorium Paganini di Parma ha presentato uno splendido colpo d'occhio, grazie alla presenza di 500 persone desiderose di vivere una giornata indimenticabile. Tra loro tutti quei giovani che sono il vanto del "batti e corri" di casa nostra, che nel corso dell'anno hanno fatto sventolare il tricolore sui cieli d'Europa o, come nel caso della Little league, sul pennone delle World Series che si sono svolte negli Stati Uniti.

"Il 2009 - ha sottolineato il presidente Riccardo Fraccari nella sua introduzione - ci ha portato tante sorprese,  ha mostrato la vitalità del movimento. L'esclusione dai Giochi del 2016 ci ha riportato con i piedi per terra. Siamo tornati al 1992. Quella del Cio non è stata una bella notizia e porterà grandi difficoltà, a cominciare dalla diminuzione delle risorse. Ma il movimento con un colpo d'ali supererà qualsiasi ostacolo".

"Nel corso della stagione - ha aggiunto Fraccari - ci sono stati dei momenti veramente belli, come la conquista dei titoli Juniores e Cadetti o le quattro vittorie delle formazioni friulane e lombarde della Little League, che hanno rappresentato l'Italia e l'Europa alle World Series. Sono eventi che dimostrano la vitalità dell'Italia e ci fanno dire di aver avuto ragione nel fare scelte come l'Accademia, che hanno preparato e prepareranno i nostri giovani per leghe professionali, per il college o per altre esperienze. Vorrei che il movimento fosse orgoglioso di noi. Stiamo combattendo una sfida globale, ma gli altri sport non stanno alla finestra".

"Il 2009 - ha concluso Fraccari - è stato soprattutto l'anno della grande esperienza Mondiale. Il nostro Paese ha ospitato 48 gare, ha rinnovato sedici impianti, che rappresentano una bella eredità, insieme ai nuovi amici che abbiamo incontrato e che ci accompagneranno nel nostro percorso. Il Mondiale non ci ha dato visibilità solo sui giornali o in televisione, ma ci ha aperto le porte di Villa Madama e ci ha convinto di poter continuare la crescita. Le sfide che ci attendono sono difficili ma possono essere vinte".

Subito dopo l'intervento di Fraccari (che ha ripreso il microfono poi per annunciare che dal 2011 l'Italia ospiterà gli spring training delle squadre di Major League), definito scherzosamente "presidente globale" per la sua fresca elezione alla guida della Ibaf, è stato dato il via alla premiazioni, partendo dal Mondiale (con gli interventi di Mauro Miccio e Andrea Abodi, presidente e direttore generale del Col Italia), che hanno visto salire sul palco complessivamente 250 persone, chiamate dagli abili conduttori Riccardo Schiroli e Gianluigi Calestani, con l'assistenza di due hostess e del gruppo delle dipendenti federali. Le premiazioni sono state impreziosite da splendide immagini che hanno spaziato dal WBC al Mondiale, dai titoli europei di Cadetti e Juniores ai tricolori di Caserta e Bologna.

Per quello che riguarda i premi individuali, Eddy Garabito, esterno destro del Bologna è stato l'MVP dell'Ibl, Lisa Birocci, lanciatrice e mazza pesante del Des Caserta è stata votata per l'ISL. Sul palco i guanti d'oro, i migliori arbitri (Alessandro Cappuccini, per la seconda volta consecutiva, per l'IBL; Andrea Marcon per l'Isl) ed i giovani più promettenti, Alex Sambucci del Cariparma e Beatrice Ricchi delle Titano Hornets San Marino. Ma sul palco sono saliti anche alcuni dei 18 vincitori dei Baseball.it Awards, consegnati dai colleghi Filippo Fantasia e Gianni Del Giaccio. I più votati sono stati ovviamente i giocatori dell'UGF Banca Bologna, con il loro manager Marco Nanni.

Il giornalista Rai Pino Cerboni ha invece ricevuto il premio della stampa Gene Casatelli

 LE PIU' BELLE IMMAGINI DEL GALA' DEI DIAMANTI

 TUTTI I PREMIATI DELLA GIORNATA