Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

CONTO ALLA ROVESCIA PER LA SCELTA DEGLI SPORT DA REINSERIRE AI GIOCHI

di Marco Landi

Mancano ormai poche ore all'annuncio delle due discipline sportive che l'Esecutivo del Comitato Olimpico Internazionale proporrà al Congresso di ottobre per l'inserimento nel programma dei Giochi 2016.
Allora sarà una scelta netta: o dentro entrambe, o fuori entrambe.
Cruciale è quindi, in realtà, la scelta che verrà fatta giovedì 13 agosto a Berlino.

Il presidente della Federazione Internazionale, Harvey Schiller, in una nota alla stampa e alle federazioni, Harvey Schiller, presidente IBAF (FIBS)riassume tutti i passi che sono stati fatti per dimostrare al CIO le ragioni per cui la logica suggerisce l'opportunità di un rientro del baseball dopo Londra.
"Abbiamo costantemente tenuto informati i membri del CIO" sottolinea Schiller "riguardo alle ottime notizie provenienti da ogni parte del mondo. Dall'accordo con Eurosport per la trasmissione del Mondiale di settembre alla vittoria del Giappone nell'Asian Championship, dal ritorno di una lega professionstica in Australia, alla ripartenza in Israele, senza dimenticare l'entusiasmo con cui centinaia di migliaia di giocatori stanno giocando in questi giorni per conquistarsi uno spazio alle Little League World Series di Williamsport."
Schiller segnala come ogni elemento che in passato aveva generato appunti da parte dell'organismo internazionale sia oggi stato rimosso: l'adesione piena al programma mondiale anti-doping; il lavoro con le quattro sedi candidate a ospitare le Olimpiadi nel 2016 per garantire la massima efficenza degli impianti e la creazione di un torneo di 5 giorni a 8 squadre nel quale possano partecipare le più grandi stelle internazionali; il costante sviluppo giovanile a livello mondiale e un programma di marketing congiunto baseball-Olimpiadi che solo una disciplina capillarmente diffusa a livello internazionale può garantire.
Il presidente della IBAF chiude segnalando come, in ogni caso, il percorso per promuovere il rientro del baseball nel programma olimpico abbia dimostrato come le massime organizzazioni mondiali, leghe professionistiche e organizzazioni amatoriali, possano collaborare intensamente per lo sviluppo e la diffusione della disciplina.

E in effetti, una delle più seguite rubriche televisive giapponesi, News Zero, ha dedicato un lungo servizio all'attesa decisione dell'Esecutivo CIO, essendo il baseball il principale motivo d'interesse del Paese nei Giochi.
Oltre ad un'intervista ad Harvey Schiller, era presente in studio Senichi Hoshino, manager della Nazionale giapponese e primo portatore della fiaccola olimpica nel cammino verso Pechino.
Hoshino ha rilevato come la cooperazione fra IBAF e MLB e Nippon Professional Baseball sia un passo fondamentale per la diffusione mondiale della disciplina.

"Togliere la possibilità di giocare alle Olimpiadi ai giovani atleti è sottrarre loro uno degli obiettivi fondamentali e una sostanziale parte del 'sogno' che spinge ognuno di noi a dare il massimo per migliorare con il lavoro quotidiano sul campo", conclude Hoshino nel presentare un filmato promozionale nel quale i testimonial sono proprio due delle migliori giovani promesse del monte di lancio del Sol Levante.